Gennaio 2019

SISMA

UNA CANZONE PER AMATRICE INGOIATA DAL SISMA

musica, sisma

“Matrix Pulcherrima" - Post Fata Resurgo  è il titolo del canto dedicato ad Amatrice da due figli di questa cittadina: Camillo Berardi e Concetta Persico.

Il borgo fantasma di Amatrice, nel terzo inverno dopo sisma, è ancora una distesa agghiacciante di macerie e miseri frammenti, dominati dal silenzio spettrale e dal vuoto profondo: non è facile prevedere o immaginare quale potrà essere il suo futuro.

Più volte è stata pronunciata la frase “Non vi lasceremo soli”, ma che cosa è stato fatto sino ad oggi?

Lo scenario raccapricciante del borgo scomparso è ancora presidiato - sia di giorno che notte - da sorveglianza armata e la ricostruzione è ancora un miraggio.   

I segnali e i cartelli con le scritte “AREA SOTTOPOSTA A VIGILANZA ARMATA”, congiuntamente ad altre segnalazioni di pericolo e di divieto agghiaccianti, mostrano potentemente la drammatica situazione in cui versa la cittadina che non esiste più.

Il canto dolce e struggente “Matrix Pulcherrima”, composto da Camillo Berardi e Concetta Persico è un grido di dolore, ma è anche un messaggio di speranza, con l’Augurio che il borgo di Amatrice possa rinascere dalle sue macerie e tornare a volare come un’Araba Fenice.

Il video è stato realizzato da Concetta Persico con le immagini da lei riprese il 5  gennaio 2019:

condividi su: