Settembre 2022

UBERTINI E NOME SULLA MENSA DI SANTA CHIARA

politica, solidarietà

Si è svolto ieri sabato 24 un incontro tra Carlo Ubertini e la associazione NOME, in preparazione del congresso che rinnoverà le cariche sociali. 

Nel corso della discussione, tra le emergenze della città legate ad una programmazione carente o assente, è emersa la drammatica situazione in cui la Mensa di Santa Chiara è costretta ad interrompere la propria attività per la inadeguatezza, anche al fine della sicurezza, dei locali ove vengono svolte le attività di distribuzione alimentare. 

Carlo Ubertini e NOME (da tempo in fattivo supporto alla Mensa attraverso la iniziativa Pasto Sospeso) esprimendo vicinanza ai volontari della Mensa, tengono a sottolineare come sia necessaria una programmazione ed una attività della Amministrazione comunale, che prenda atto del fatto che il volontariato debba essere sussidiario, e non sostitutivo delle politiche sociali di pertinenza delle amministrazioni pubbliche. 

In una ottica di collaborazione, e non di sostituzione, il Comune di Rieti, e tutte le istituzioni coinvolte, sono tenute a valorizzare il contributo delle associazioni e dei volontari, senza a queste richiedere oltre quello che sono materialmente in grado di offrire. 

Nel caso specifico, almeno una sede idonea e sicura per utenti e volontari.

24_09_22

condividi su: