Febbraio 2024

TIBURTINA, INVASIONE STALLI BUS COTRAL: "NESSUNA SITUAZIONE DI RISCHIO" PER LA PREFETTURA DI ROMA

trasporti, viabilità

Quanto accade a Tiburtina è sotto gli occhi di tutti e la rabbia pervade i pendolari ogni volta che osservano altri stalli, come quelli riservati all'Abruzzo, delimitati e isolati. Da anni si chiede di ripristinare una fermata proprio all’uscita della metro e, soprattutto, di rendere più agevole il capolinea, dopo lo spostamento che ha fatto seguito al restyling riservato all'area della stazione. Molte volte i vari gruppi di pendolari avevano sottoposto all'Osservatorio i problemi derivanti dall'incolonnamento dovuto alla presenza dei taxi che provoca malumori e ritardi oltre ad ostacolare il raggiungimento del mezzo. Un pendolare reatino, Omar Feroci, esasperato aveva quindi  inviato il 5 dicembre scorso un 'Esposto su problemi di ordine pubblico alla stazione Tiburtina dei bus che si dirigono a Rieti' al Prefetto di Roma. La risposta è ora giunta.  La Prefettura capitolina scrive "Il Comune di Roma Capitale, interessato al riguardo, ha rappresentato che l'intero nodo di TPL della Stazione Tiburtina è stato completamente riprogettato, ed il Dipartimento Mobilità  Sostenibile e Trasporti del Comune assieme ai rappresentanti delle categorie di operatori del TPL e di Cotral, stanno svolgendo delle attività per individuare soluzioni  alternative all'allestimento in vigore, motivo dell'esposto. E' stato altresì riferito, che le oggettive interferenze che si determinano in particolari ore della giornata tra il servizio  regionale e i taxi, non rappresentano situazioni di rischio per l'utenza, che dispone di ampi spazi pedonali per accedere in sicurezza ai servizi di TPL".

03_02_24

Nelle immagini la condizione documentata

condividi su: