Luglio 2021

EVENTI E MANIFESTAZIONI

TARGHE TENCO 2021: GLI SKAPEROL TRA GLI ARTISTI VINCITORI

"Ad esempio a noi piace Rino" miglior album collettivo a progetto

musica

Alla fine Rino Gaetano ci ha davvero ‘preso per mano’! L’album Ad esempio a noi piace Rino, realizzato dagli artisti di Isola Tobia Label riuniti nel collettivo Isola Tobia Atypical Club, ha infatti vinto le Targhe Tenco 2021 nella categoria Album collettivo a progetto. Si tratta di una grande soddisfazione per tutti coloro che hanno collaborato a questo tributo celebrativo al cantautore crotonese, considerato che è stato portato a termine in un tempo brevissimo e fra le numerose difficoltà dovute alla situazione di emergenza causata dalla pandemia di Covid-19. Una soddisfazione che noi reatini condividiamo con entusiasmo per la presenza tra gli interpreti degli Skaperol, gruppo locale. La canzone "Fabbricando case"  è una delle 12 contenute all’interno del tributo celebrativo – acquistabile in tutti i digital stores e, anche in copia fisica, su www.isolatobialabel.com/chiosco – che ha visto inoltre impegnati Porfirio Rubirosa, Jacopo Perosino, Miriam Foresti, Gerardo Tango, Vorianova, Saverio D’Andrea, Liana Marino, Humanoalieno, Mizio Vilardi, CubeLoose, Carlo Mercadante e, nella ghost track, Ernesto Bassignano. Il brano è stato arrangiato ed eseguito da: Enrico Brunori - Batteria, Alberto Pulcinelli - Basso elettrico, Marco Cuppari - Percussioni, Stefano Piermarini - Chitarra elettrica, Alberto Di Biagio - Voce, Luca Di Biagio - Trombone, Sandro Pennacchini - Tromba, Simone Fusiani - Sax,  Thomas Valente - Aiuto percussioni, Simone Micheli - Editing Audio.

 "Ogni volta ci teniamo a sottolineare, la realtà Skaperol è più una famiglia che una band, per questo ci teniamo a ringraziare tutti gli elementi che in questa "casa" hanno reso possibile la realizzazione del video, regia, riprese e montaggio: Martina Angeletti, riprese drone: Marco Cisamolo, fotografo di backstage: Luigi Iacuitto...ed ovviamente i nostri attori candidati agli oscar, senza i quali queste tre persone qui sopra non avrebbero avuto di meglio da fare"

In un momento di sofferenza per il mondo della musica, questo album ha ridato nuova linfa agli artisti e agli addetti ai lavori che ha visto impegnati, facendogli recuperare l’entusiasmo, con una significativa riscoperta del valore dell’unione, della partecipazione e della condivisione, e consentendo loro di superare l’impasse del periodo.

 “Ad esempio a noi piace Rino – dichiara Carlo Mercadante, direttore artistico di Isola Tobia Labelè il progetto con il quale abbiamo deciso di reagire a un periodo che poteva portarci a chiudere tutto. Non tutti gli artisti sono uguali. C'è chi è andato avanti con diritti radiofonici e biglietti venduti con anni di anticipo. Noi no. Ci siamo ‘aggrappati’ a Rino Gaetano e lo abbiano fatto per non precipitare, mettendo in campo tutte le energie e le forze che avevamo. Una produzione realizzata con 12 artisti, 10 studi, Zone Rosse e 53 elementi coordinati da uno staff che si è formato per fare bene questo lavoro e che rischiava di scomparire per via della crisi. Tutto fatto nel giro di un mese e mezzo, durante il quale se anche un solo elemento non avesse funzionato per come doveva, avrebbe fatto fallire il nostro tentativo. Ne è uscito un insieme di brani di artisti che non hanno imitato ma bensì interpretato Rino con personalità. Mi sento orgoglioso poiché tutti noi di Isola Tobia Label, invece di cadere, abbiamo scelto di mettere in piedi un atto di ribellione a questo periodo così duro. Sono grato ai miei artisti – conclude infine Mercadante che hanno mostrato spirito di condivisione, al mio staff che ha lottato con tempi e centimetri. Felice dell'amore di chi ci ha sostenuto e soprattutto grato a Rino e alle sue canzoni. Non poteva che essere lui la nostra fonte di resistenza”.

ph Martina Angeletti

condividi su: