Luglio 2021

SISMA

SISMA: PIROZZI (FDI), PROVVEDIMENTO DEL MISE PER LE IMPRESE E' GENERICO, NON TIENE CONTO GRADO DI DISTRUZIONE

politica
 

''Nel provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico non si tiene conto del grado di distruzione dei paesi colpiti dal Sisma del 2016, ovvero quelli che hanno subito una distruzione pari al 50%+1 degli edifici. L'agevolazione infatti e' destinata genericamente alle imprese ricadenti nella Zona Franca Urbana (ZFU) istituita con l'art. 46 del decreto legge del 24 aprile 2017 n. 50 nella quale non fu mai attuata una distinzione tra i Comuni che hanno subito una grande distruzione e quelli che hanno subito solo alcuni danni''. Sergio Pirozzi, Responsabile Nazionale Emergenze e Grandi Rischi di Fratelli d'Italia e' critico sulle erogazioni del Mise, previste dal Recovery,  di quasi 80 milioni di euro destinati alle 5 mila aziende del Centro Italia colpite dai terremoti degli anni scorsi. ''Intanto la somma erogata ammonta a 77 milioni di euro e non 80 come dichiarato - specifica l'ex sindaco di Amatrice - in piu' gli elenchi pubblicati sul sito del MISE non recano una ripartizione su base regionale dei beneficiari, pertanto è impossibile ricostruire il volume delle risorse assegnate su base regionale ed è impossibile anche verificare se la ripartizione degli incentivi ha tenuto conto almeno della quantificazione regionale dei danni''.  Inoltre, ricorda Pirozzi, e' interessante sapere se i soldi inviati dall'Unione Europea nel 2017 ''sono stati effettivamente spesi. Vale la pena di ricordare che nel 2017 le quattro regioni colpite dal Sisma furono beneficiarie di risorse aggiuntive sulla politica di coesione per 200 milioni di euro che, unitamente al cofinanziamento nazionale, arrivarono a raggiungere la somma di 400 milioni. E’ interessante ricordare ai cittadini - conclude l'esponente di Fratelli d'Italia - quale sia ad oggi il livello di spesa delle risorse aggiuntive che l’Unione europea concesse all’Italia''.
condividi su: