Gennaio 2022

SISMA

SISMA: PIROZZI, CONTRO AUMENTO MATERIE PRIME APPROVATO ODG PER REVISIONE PREZZARIO, ALTRIMENTI SI RISCHIA BLOCCO RICOSTRUZIONE

ricostruzione

 Un ordine del giorno approvato all'unanimita' dal Consiglio Regionale del Lazio a firma di Sergio Pirozzi per la revisione del prezzario regionale e al relativo aggiornamento per far fronte agli aumenti delle materie prime, vedra' la luce entro la fine gennaio. Lo ha annunciato lo stesso ex sindaco di Amatrice il quale nella premessa spiega che ai fini dell' attestazione della congruita' delle spese sostenute in relazione agli interventi di riparazione e ricostruzione degli edifici danneggiati dal sisma ''occorre far riferimento al prezzario DEI, del Genio Civile da cui si evince un risparmio relativo alla maggior parte delle voci di costo, mediamente del 30% rispetto al prezzario della Regione Lazio'' . Con la ordinanza del Commissario Legnini del settembre scorso al fine di attenuare il caro prezzi, Legnini ha consentito, in alternativa al prezzario del cratere ''l'utilizzo transitorio dei prezzari regionali da parte delle imprese, nonche' la valutazione dei costi parametrici consistente in un incremento dei contributi del 6% per la riparazione delle abitazioni e dell' 11% per il ripristino degli immobili produttivi''. Inoltre, sottolinea Pirozzi, se si considera che gli interventi di ristrutturazione edilizia susseguenti all' introduzione del superbonus 110% e ai cantieri finanziati dal PNRR hanno portato ad un aumento esponenziale delle lavorazioni nel settore edilizio, l'incremento della domanda ha prodotto la riduzione dell' offerta e di conseguenza il caro prezzi di materie prime e materiali''. Il Consigliere regionale ha portato l'esempio della Regione Marche che al fine di contenere i rischi connessi a tale difformita' dei prezzari e per dare una risposta rapida e vicina alle esigenze di tutti gli attori in campo, dai committenti pubblici a quelli privati, dai professionisti alle imprese e alle popolazioni terremotate, ''ha da poco redatto un nuovo prezzario regionale in tempi molto stretti''. ''Ritengo - ha concluso Sergio Pirozzi - che se la Regione Lazio non interviene tempestivamente, questa situazione comportera' il blocco totale della ricostruzione sismica''. Per tutto cio' l'ordine del giorno ''impegna il Presidente della Regione Lazio e l'assessore competente ad aggiornare il prezzario Regionale entro 30 giorni, allineandolo con quanto contenuto nel prezzario DEI''.  Pirozzi ha ringraziato il Consiglio  ''per aver compreso l'importanza del provvedimento'' e la Giunta ''che si e' impegnata a pubblicare il nuovo prezzario entro la fine del mese''.  

19_01_22

condividi su: