Gennaio 2022

SEBASTIANI SU APS: 'ACQUA PUBBLICA SABINA - OLTRE IL MURO DELL’OMERTÀ'

acqua

“Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”
"Continua silente e nella totale indifferenza delle autorità e della politica locale l’azione del consigliere Andrea Sebastiani, insieme ai colleghi Calabrese e Casanica, volta ad abbattere quel muro di omertà magistralmente eretto intorno all’operato della società in house Acqua Pubblica Sabina.
Ad oggi non ci sono mai state fornite le informazioni richieste attraverso il ricorso legittimo all’istituto dell’accesso agli atti e nonostante l’intervento di S.E. il Prefetto di Rieti che ringraziamo ma che, purtroppo ad oggi, non ha sortito effetti– dice Sebastiani –la città tuttavia è piccola e le notizie viaggiano veloci per poter trarre una sintesi sulle politiche assunzionali in APS.
Otto, le segnalazioni dei nominativi puntualmente e preventivamente depositate nelle mani di un Notaio, prosegue Sebastiani, in merito agli ultimi fortunati vincitori delle pseudo selezioni per le assunzioni effettuate in APS.
Otto, i nominativi pre-segnalati con oltre un mese di anticipo rispetto alla scadenza del bando e ad oggi casualmente risultati essere vincitori dei bandi e sottoscrittori di contratto di lavoro a tempo indeterminato (addetti operazioni alla clientela e fatturazione, responsabile digital trasformation, operatori di distribuzione, etc..).
Come presagito spiccano su tutti, oltre a nominativi direttamente riconducibili a personalità operanti nel settore e a politici locali, svariati dipendenti della Soc.tà Acqua Latina che, a conferma delle sospette coincidenze, in massa hanno deciso di trasferirsi nel reatino assumendo ruoli apicali a discapito di tante professionalità locali, sotto l’assoluto silenzio della politica nostrana.
Ma sono certo non finirà qui, ulteriori bandi recentemente pubblicati sul sito istituzionale della in house, di prossima scadenza, fanno presagire che la lista di mobilità (transumanza!) da Acqua Latina risulti ancora aperta e che si continuerà ad attingere dalla stessa acquasantiera.
Parrebbe quindi, ora più di allora, legittimo domandarsi: “opportunità o clientelismo?”. Inoltre: le autorità competenti sono a conoscenza di “segnalazioni” che evidenziano procedure anomale e “strane commistioni” tra gli assunti (vecchi e nuovi!!) e i loro padrini politici?
Nonostante le minacce ricevute per aver addirittura mosso “gravi insinuazioni”, tenacia e caparbietà a noi non mancano - conclude il consigliere Sebastiani - e sono certo che presto riusciremo a sgretolare il muro dell’omertà e riuscire a dare ai cittadini, veri portatori di un interesse legittimo, tutte quelle risposte che attendono da oltre tre anni e scoperchiare quel “vaso di pandora” da dove usciranno nominativi e informazioni che certamente creeranno forte imbarazzo nella politica degli azzeccagarbugli." - Lo scrive in un comunicato Il consigliere comunale Andrea Sebastiani (Gruppo Misto - Uniti per Rieti) -

8_1_22

condividi su: