Gennaio 2022

REGISTRO DI CLASSE

SCUOLE TRA INCERTEZZE E PROVVEDIMENTI DA APPROVARE

politica, prevenzione, scuola

Clima d'incertezza nelle famiglie con figli in età scolare e maggioranza al governo divisa sulla nuova disciplina delle quarantene nelle scuole.

La Conferenza delle Regioni sembra essere propensa a distinguere il protocollo per classi di età: i bambini delle scuole dell’infanzia vanno in quarantena per 7 giorni al primo contagio in classe; i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni (elementari e prime e seconde medie) vanno in quarantena al secondo contagio per 7 giorni; tutti in classe, possibilmente con la mascherina Ffp2, gli studenti della terza media e delle superiori, fino al terzo caso di positività nella classe. Dal terzo contagio in poi, andranno in quarantena per 7 giorni. Per tornare in classe è previsto un tampone antigenico o molecolare tra il quinto e il settimo giorno, stop invece a quello del primo giorno che potrà essere sostituito da un antigenico della farmacia.

La proposta  verrà sottoposta al governo che domani dovrebbe convocare il Consiglio dei Ministri per varare l'eventuale green pass per lavoratori pubblici e privati. Secondo i governatori deve essere il Cts ad assumersi la responsabilità della ripresa scolastica "Si ritiene che uno specifico parere del Cts, che evidenzi una ricaduta non negativa della riapertura scolastica sull’andamento pandemico, debba essere posto alla base della decisione circa la riapertura delle scuole, considerando anche la ricaduta che tale riapertura può avere sugli altri contesti (trasporti)".

La maggior parte delle scuole riaprirà il 10 gennaio, anziché il 7 come da calendario scolastico, anche se sono in molti a voler posticipare la data d'inizio, bypassando il picco dei contagi previsto e definito 'quarta ondata'.  Vi sarà l’obbligo delle mascherine FFP2 durante le lezioni in aula ed anche i dirigenti scolastici degli istituti reatini si stanno attivando per comunicare il fabbisogno in ogni istituto ed averle a disposizione prima del rientro a scuola degli studenti.
L'amministrazione di Fara in Sabina sta organizzando un drive-in straordinario per la giornata di sabato 8 gennaio, dedicato a tutti gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado di Fara in Sabina, coordinato dalla Croce Blu. Come lo scorso anno, i drive-in saranno presenti nelle frazioni di Passo Corese, Borgo Quinzio, Talocci e Prime Case, in modo da coprire il territorio comunale e andare incontro alle esigenze della cittadinanza. Anche gli studenti delle scuole superiori potranno effettuare lo screening nella giornata di lunedì 10 gennaio, dalle ore 7.30 alle ore 14, presso il Polo didattico. Il drive-in sarà aperto al personale scolastico. 


condividi su: