Novembre 2022

REAL SEBASTIANI

RSR: VITTORIA AD ANCONA CON 100-62. DELL'AGNELLO: "ABBIAMO DOMINATO"

real sebastiani rieti

La Sebastiani fa 6 su 6 battendo con un rotondissimo 100-62 la Luciana Mosconi Ancona e si porta così a 12 punti in classifica. Cinque i giocatori in doppia cifra per Rieti, Contento top scorer con 18 punti. Prossimo appuntamento fissato per sabato 12 novembre, quando i ragazzi di coach Dell’Agnello affronteranno Empoli.

LA GARA
PRIMO TEMPO
Spanghero e Mastrangelo portano subito la RSR avanti di 4. Ciribeni fa 1/2 ai liberi, Mastrangelo con lo slalom gigante segna altri due punti, 6-3. Bomba dell’ex Panzini a cui risponde Tomasini con i suoi primi 2 punti dopo l’infortunio, 8-4. Matrone lotta e realizza da sotto, ,10-4. Panzini subisce fallo e realizza, segna il libero aggiuntivo e avvicina a -3 Ancona. Bottino pieno ai liberi per Tomasini, 12-7. Altri 2 punti per Tomasini che penetra, si arresta sulla lunetta e realizza, 14-7. Bomba di Mastrangelo e sul 17-7 Coach Coen è costretto a chiamare il time-out. Chinellato con i primi due punti della sua partita e Contento con un two & one, 22-7. Altri 5 punti consecutivi per Contento seguiti da altri 3 per Ceparano 30-7. Chinellato segna 5 punti consecutivi, Ambrosin e Toure cercano di accorciare ma Chinellato replica dall’arco. Il primo quarto si chiude 38-12.

Grande giocata di Okiljevic che resiste e segna 2 punti, 40-12. Tomasini e Toure, due punti a testa, 42-14. Toure si guadagna e realizza 2 liberi, 42-16. Bomba del Diez Marco Contento e +29 Sebastiani. Passaggio no look di Chinellato per Okiljevic, due punti facili per il montenegrino, 47-16. Ciribeni non sbaglia dalla lunetta, 47-18. Tomasini penetra a testa bassa e la mette dentro, gli risponde Ciribeni, 49-20. Tomasini impeccabile dalla lunetta, Giombini dall’arco, 51-23. Toure e Ciriben per Ancona, Piazza e Mastrangelo per Rieti, 56-27. Giombini ancora da fuori, Ancona a -26. Mastrangelo sfrutta a metà il viaggio in lunetta, Toure realizza da 2, 57-32. Chinellato non sbaglia dai 5.8 e Ciribeni ne segna altri 2, 59-34. Termina così il primo tempo.

SECONDO TEMPO
Matrone e Ciribeni per cominciare questo secondo tempo, 61-36. Ancora Nando Matrone, 63-36. Mastrangelo fa 1/2 ai liberi, Carnovali colpisce da 3, 64-39. Giombini porta a -22 i dorici segnando da tre, 64-42. Bedin ne segna due, solo retina per Contento ai liberi, 66-44. Carnovali, ancora da tre Ancona, 66-47. Toure sfrutta a metà il viaggio in lunetta, Chinellato lo punisce imbeccato da Contento, 68-48. Calabrese e Toure segnano 2 liberi a testa, 68-52. Chinellato segna e chiude il terzo quarto sul 70-52.

La bomba di Piazza da il via agli ultimi 10′ di gioco. Giobini risponde ma Rieti non ci sta, in rapida successione bomba di Contento e Ceparano che si ripete poco dopo da due, 81-55. Contento inventa il passaggio e libera Piazza tutto solo dall’angolo, 84-55. Altra bomba del capitano, 87-55. Panzini prova a scuotere i suoi, realizza dai 6.75, 87-58. 1/2 ai liberi per Calabrese e Oki, 88-59. Mastrangelo ne segna altri due, risponde Bedin, 90-61. Tornata di liberi che porta il punteggio sul 94-62. Oki segna due liberi e Mastrangelo penetra e la mette dentro, 98-62. La RSR raggiunge quota cento con i due punti di Piccin, 100-62. Si chiude così questa gara.

Il tabellino del match:
REAL SEBASTIANI RIETI vs IL CAMPETTO ANCONA 100-62 (parziali: 38-12; 21-22; 11-18; 30-10).

REAL SEBASTIANI RIETI: Mastrangelo 15, Tomasini 12, Contento 18, Piccin 2, Chinellato 16, Matrone 8, Piazza 12, Nuhanovic, Ceparano 8, Okiljevic 7, Spanghero 2.
Coach: Sandro Dell’Agnello.

IL CAMPETTO ANCONA: Petrilli, Panzini 10, Piccione , Carnovali 6, Calabrese 3, Bedin 4, Ciribeni 9, Toure 13, Ambrosin 6, Giombini 11.
Coach: Piero Coen

ARBITRI: Doronin e Ricci di Perugia (PG)

NOTE: al 35′ Spanghero (R) uscito per 5 falli
Il Coach Dell’Agnello commenta così la gara stravinta dai suoi:
“E’ importante sottolineare come è arrivata questa vittoria. Abbiamo dominato, i primi 10/12 minuti sono stati perfetti. Abbiamo avuto un momento di appannamento nella fase centrale ma poi abbiamo ripreso in mano il bandolo della matassa. Ancona la temevo molto, è chiaro che i dorici non sono quelli di oggi ma molto questo è molto per merito nostro. C’è qualcosina che possiamo fare meglio, siamo ancora a Novembre la strada è lunghissima”.

6_11_22

condividi su: