Maggio 2022

ROTARACT: L’ATLETA REATINO ANDREW HOWE RICEVE IL PREMIO ALL’ECCELLENZA E ALL’INNOVAZIONE

persone

Si è svolta lo scorso martedì 10 maggio a Roma presso il prestigioso Circolo del Ministero degli Affari Esteri di Roma la quinta edizione del “Premio all'Eccellenza e all'Innovazione”, storico evento del Rotaract Club Roma Polis organizzato in interclub con il Rotaract club di Rieti
Lo scopo del premio, giunto oramai alla quinta edizione, è quello di premiare personalità che si sono distinte nei loro settori di appartenenza (giornalistico, sportivo, musicale, cinematografico, manageriale ecc.) e che, pertanto, sono d’esempio per tutti i giovani che si apprestano ad affrontare il difficile ingresso nel mondo del lavoro, e non solo. 
Alla serata, condotta dal reatino Michele Ferrauto ed introdotta dai saluti dei presidenti dei club organizzatori Irene Manzano (Roma Polis)Sabina Di Paolo (Rieti), hanno preso parte numerosi esponenti di club provenienti dal Lazio e dalla Sardegna. Presenti anche numerose autorità del Distretto 2080 tra cui il Rappresentante Distrettuale Gian Mario Aresu e il Presidente della Commissione Azione Professionale Alessio Pontillo, che ha patrocinato la serata.  
“Siamo orgogliosi che tra le eccellenze premiate ci fosse anche il reatino Andrew Howe, rinomato atleta italiano nella specialità del salto in lungo – dichiarano gli organizzatori -. La proposta del nome di Andrew è stata fatta dal club reatino ed è stata subito accolta con  entusiasmo dalla commissione selezionatrice”. 
Tra i premiati della serata, oltre a Andrew Howe, sono stati presenti Margherita Granbassi, conduttrice televisiva e doppio bronzo ai giochi olimpici, Simone Togni, Presidente dell’ Associazione nazionale energia del vento, Massimo Spano, attore e sceneggiatore noto per le sue collaborazioni con artisti del calibro di Tinto Brass e Zeffirelli, Romano Reggiani, giovane attore bolognese di cinema e serie TV, e Federico Palmaroli scrittore e ideatore della famosa pagina “Le più belle Frasi di Osho”. Tutti i premiati si sono prestati per delle brevi interviste con Michele Ferrauto. 
Un’edizione ricca di spunti di riflessione, storie e bei momenti, e che torna in presenza dopo un’edizione da remoto a causa della pandemia. Un evento che ribadisce ancora una volta – ci dicono i presidenti organizzatori – il rapporto di amicizia e fiducia instauratori negli anni tra i due club romano e reatino.

14_5_22

condividi su: