Novembre 2022

PUBBLICITÀ: ACCORDO DI SETTORE TRA FEDERCOM CONFARTIGIANATO RIETI E COMUNE

amministrazione, politica

È stato finalmente definito e siglato un accordo operativo tra FederCOM Confartigianato Rieti e Comune di Rieti per la riorganizzazione del settore pubblicitario cittadino e il contrasto all'abusivismo dopo anni di incontri e trattative tra l'Ente e le aziende del settore che lamentavano importanti criticità.

La città, a fronte degli impegni presi, dovrebbe finalmente cambiare pagina ripartendo da una riorganizzazione profonda dell'intero settore con un nuovo regolamento e un nuovo piano impianti, la revisione delle tariffe di tassazione, il contrasto all'abusivismo e il riconoscimento della categoria e delle aziende come “operatori professionali della comunicazione” e pertanto, unici soggetti deputati alle attività specifiche per codici ATECO.

Alcune delle azioni urgenti concordate sono già state messe in campo dal Comune e dalle aziende, a tutela e vantaggio immediato delle casse dell'Ente e del decoro cittadino; le Parti si sono, inoltre, reciprocamente impegnate a intraprendere ogni attività necessaria per il completamento di quanto programmato fino a obiettivo.

Nello specifico saranno verificate e ricalcolate congiuntamente le corrette tariffe da applicare per l'imposta pubblicitaria (già ICP e attualmente CUP) storica diatriba tra l'Amministrazione comunale e le aziende che ha visto le parti fronteggiarsi anche aspramente sul tema, alla luce di interpretazioni normative confliggenti e di evidenze documentali emerse nel tempo e contestate dalle agenzie all'Ente. Per dichiarato impegno degli Assessori Sebastiani (Bilancio) e Chiarinelli (Attività Produttive), dal 2023 saranno applicate nuove tariffe calcolate secondo quello che la legge impone, ma anche verificate e valutate per sostenibilità delle aziende considerando la particolare situazione di crisi congiunturale (dopo terremoto, COVID e attuale caro energia) che ha comportato un notevole fermo nel settore a causa della crisi economica generalizzata.

La città si doterà di un nuovo e moderno piano degli impianti pubblicitari, dopo oltre dieci anni dal precedente, che tenga conto delle variazioni urbanistiche e demografiche cittadine e delle novità nel settore pubblicitario per dimensione e tipologia degli impianti con una parziale sostituzione dei mezzi presenti e rimozione degli abusi a vantaggio anche del decoro generale nel territorio comunale.

Saranno le stesse agenzie accreditate presso l'Ente a coadiuvare il Comune e la Polizia Municipale nell'azione di contrasto all'abusivismo con segnalazione delle presunte irregolarità a fronte di uno specifico protocollo d'intesa, già esistente ma mai reso operativo, che finalmente troverà piena attuazione. Il controllo e la repressione degli abusi sarà la base di legalità per ogni attività cittadina di pubblicità ed affissionale a vantaggio dell'erario, degli introiti dell'Ente e del contrasto alla concorrenza sleale praticata contro le Agenzie Pubblicitarie da avventurieri e improvvisati del settore.

Infine, ma non secondaria per importanza del risultato raggiunto, verrà finalmente riconosciuta dall'Ente la specifica professione degli Operatori del Settore pubblicitario e della comunicazione, così come avviene normalmente per molte altre, sulla precisa base di quanto stabilito dalla classificazione ATECO di attività.

“Finalmente, grazie all'impegno ed alla costanza della nostra azione sindacale, chiudiamo un lungo capitolo buio per l'intero settore – dichiara Fausto Cati Presidente di FederCom Confartigianato Rieti – gli accordi raggiunti porteranno vantaggio alle aziende che lavoreranno finalmente nella certezza delle regole, ma anche notevole vantaggio all'Ente che, con il contrasto all'abusivismo, avrà garanzia di gettito e di decoro urbano cittadino”.

“Ci sono voluti tre anni – afferma Maurizio Aluffi Direttore di Confartigianato Imprese Rieti – per tentare di porre fine a un indiscriminato modo di fare pubblicità. Con la firma di questo accordo rafforziamo la lotta all’abusivismo e salviamo il decoro della città. Grazie agli Assessori Chiarinelli e Sebastiani per la sensibilità dimostrata verso un settore in grande difficoltà e tartassato da un sistema di tassazione iniquo e insopportabile. Sappiamo già – conclude il Direttore Aluffi – che questo è solo l’inizio di un percorso che procederà per step, ma che sicuramente sarà utile a dare un volto nuovo alla città e restituirà dignità agli operatori del settore”. 

“Sono contento degli accordi raggiunti a vantaggio degli associati – dichiara Giammaria d'Angeli, Presidente Nazionale di FederCOM – dopo anni di riunioni e di proposte, grazie al lavoro degli Assessori Sebastiani e Chiarinelli e di tutti gli uffici, siamo giunti ad un accordo che speriamo sia la base di un'attività operativa concreta e duratura”. 

18_11_22

condividi su:
EMIGRANDO TRA VECCHIO E NUOVO MONDO
amministrazione, digitalizzazione, impresa