Novembre 2021

EVENTI E MANIFESTAZIONI

PRESENTATA LA 'VALLE DEL PRIMO PRESEPE': UNA NUOVA OPERA DEL MAESTRO ARTESE E CONCERTO DI RON

valledelprimopresepe

E’ stata presentata questa mattina la quinta edizione della Valle del Primo Presepe che prenderà il via il 27 novembre prossimo e, novità di quest’anno, si concluderà il 2 febbraio giorno della Candelora.

Nella chiesa di San Giorgio a presenziare la conferenza stampa il Vescovo mons. Domenico Pompili artefice dell’iniziativa, insieme a coloro la cui collaborazione risulta determinante per realizzarla,  Padre Luciano de Giusti Ministro Provinciale dei Frati Minori di San Bonaventura, Antonio D’Onofrio presidente della Fondazione Varrone, Claudio Di Berardino assessore della Regione Lazio, Emiliano Fabi sindaco di Greccio, in collegamento esterno Gianfranco Formichetti assessore del Comune di Rieti.

Ricco e variegato il programma che si snoderà tra Greccio e la Città e che comunicheremo nel dettaglio. Importante il ritorno non previsto del Maestro Artese che, pur avendo completato il ciclo delle rappresentazioni, prosegue negli allestimenti sotto il Palazzo Papale con un ulteriore lavoro monumentale teso a sugellare il rapporto di Francesco con Rieti. Come sempre le opere di Artese vantano la collaborazione di numerosi artisti e tecnici: per la scenografia di quest’anno è stato fondamentale l’apporto di Sergio Sgherri che aveva già collaborato nella scorsa edizione. Immancabile poi Lorenzo Serva che curerà tutti gli aspetti tecnici. 50 metri quadrati ed un’altezza di circa 5 metri,  in cui rivedremo le nostre mura medievali o il fiume Velino, con un intervento pittorico significativo e all’interno della quale sarà esposta la statua di san Francesco realizzata dal Maestro Piero Casentini “Ringrazio la Valle del Primo presepe per avermi dato questa possibilità - dichiara il maestro Artese – realizzare il presepe all’interno di quella che è ormai diventata la mia famiglia, quella trovata a Rieti composta dai tanti collaboratori che mi hanno aiutato a realizzare cose diverse rispetto ai miei lavori precedenti. Non potrò assistere alla presentazione di quest’anno in quanto sarò a Roma impegnato in una scenografia per la Rai, ma la rappresentazione più importante è quella che realizzerò al Duomo di Torino, all’interno della quale ci sarà l’affresco di Greccio, portando un po’ della vostra storia anche accanto alla Sacra Sindone.”

Oltre agli eventi inaugurali (Rieti 27 novembre mentre Greccio 5 Dicembre) e di chiusura, saranno numerosi e variegati gli appuntamenti: religiosi, culturali e ludici.

Confermata anche quest’anno la direzione del M° Leonardo De Amicis e dello staff di Agorà per l’evento  inaugurale “Seguendo la Stella”. Il concerto andrà in scena sulle note di una grande orchestra di giovani studenti del liceo musicale di Rieti e del Conservatorio dell’Aquila, diretta dal Maestro Leonardo de Amicis, e affidato alle voci di studenti ed ex studenti del liceo; questo anno ospiti d’onore il cantautore Ron e la cantante Jessica Morlacchi. La conduzione della serata è affidata a Lorena Bianchetti i testi originali, sia quelli di conduzione che quelli poetici, recitati da Claudia Campagnola, sono di Paolo Logli.

17_11_21

condividi su: