Giugno 2022

REAL SEBASTIANI

PLAYOFF, PALASOJOURNER VERSO IL SOLDOUT PER GARA-3. FINELLI: “ENERGIA E AFFETTO PER RIBALTARLA”

real sebastiani rieti

“Non è finita, finché non è finita”. Banale e scontato, ma è pur sempre lo slogan di chi non vuole mollare fino a quando c’è anche una benché minima possibilità di raggiungere un obiettivo.
E nel caso della Sebastiani, sotto 0-2 nella serie finale contro la Fortitudo Agrigento dopo la doppia sfida in terra siciliana, quella stessa possibilità è riposta intanto in gara-3 in programma venerdì 17 giugno alle ore 21 in un PalaSojourner che si preannuncia sin d’ora in modalità sold-out. Biglietteria presa d’assalto da due giorni e posti che via via vanno esaurendosi, a riprova del fatto che nonostante il doppio svantaggio, i tifosi amarantoceleste confidano nel fattore-campo per riportare la serie ad Agrigento mercoledì prossimo. In linea con il pensiero del coach Alex Finelli che, a poche ore da gara-3 dichiara: “Torniamo a giocare davanti al nostro pubblico, sappiamo quali sono gli aspetti dove dobbiamo migliorare. Le prime due gare ci hanno offerto tanti spunti sui quali puntare l’attenzione per poter crescere in questa serie, sia da un punto di vista difensivo, che offensivo. Ora non resta altro da fare che creare un ambiante fatto di energia ed entusiasmo insieme alla nostra gente, perché ci meritiamo di tornare mercoledì prossimo ad Agrigento per gara-5, ma il primo step è la sfida di domani, imprescindibile per proseguire il cammino”. A caricare l’ambiente ci pensa anche Mario Ghersetti, miglior rimbalzista assoluto in gara-2 e sempre uno degli ultimi a mollare, forte di una “garra” naturale che gli scorre, da sempre, nel sangue:
“Le due sconfitte di Agrigento devono servirci per prendere coscienza dei nostri errori, delle nostre mancanze e tornare a giocare il basket che sappiamo interpretare secondo le nostre potenzialità. Dispiace aver compromesso la serie, ma invito tutti a cominciare da me stesso, a credere ancora nella “remuntada” perché lo sport come la vita di ogni giorno, ti offre sempre un’ulteriore opportunità. Mi aspetto un PalaSojourner ricolmo di gente e di affetto, un vero sesto uomo al quale affidarci per provare insieme ad allungare questa finale e portarla di nuovo ad Agrigento, dove poi ci giocheremo il tutto per tutto. Ma anche loro”.

16_6_22

condividi su: