Maggio 2022

ELEZIONI

PETRANGELI SOTTOSCRIVE L'IMPEGNO RICHIESTO DAL COORDINAMENTO DIRITTO E SALUTE

città, politica, salute, sanità

Prima risposta giunta per quanto riguarda la richiesta inoltrata dal Coordinamento Diritto e Salute ai candidati sindaco di sottoscrivere un documento in cui tra l'altro, ci si assuma l'impegno per la riorganizzazione di un Assessorato unico alle politiche socio sanitarie con nomina di un assessore. (documento integrale). Simone Petrangeli ha risposto all'appello.

"Come Sindaco della città capoluogo e Responsabile della condizione di salute della popolazione del proprio Territorio (Dlg 229/99, L.328/2000), mi impegno:

  1. Ad istituire un Organismo che attui appieno quanto previsto dalle norme di legge ed eserciti annualmente un monitoraggio e controllo sulle attività di tipo sociale e sanitario, anche attraverso la convocazione periodica semestrale dell’Assemblea dei Sindaci ed una conferenza pubblica sullo stato di salute della popolazione e sui programmi da mettere in atto per migliorare i Servizi Sociosanitari, coinvolgendo le Associazioni di Volontariato e di Tutela dei Diritti ed i singoli cittadini nelle fasi di programmazione, progettazione, realizzazione e valutazione;
  2. A rendere trasparente l’impegno di spesa destinato agli interventi sociali rispetto alle precedenti Amministrazioni di utilizzarlo in modo completo, senza distrazioni verso altri capitoli di spesa; 
  3. Ad istituire un Tavolo Tecnico che coinvolga, nelle modalità di legge (L.142/1990), le Associazioni quale organismo di partecipazione sulle azioni da mettere in atto in ambito sociale, assistenziale e sociosanitario, elaborando insieme una proposta operativa che organizzi tale Consulta e sostenere le istanze emerse dalla discussione del Tavolo Tecnico.  
  4. Infine, ad istituire un Assessorato Tecnico, in rappresentanza del mondo associativo che opera nel campo socio sanitario, delegando alle Associazioni l’indicazione di un proprio rappresentante nel ruolo dell’Assessore alle Politiche Sociali e Sanitarie per il quale l’Amministrazione comunale è esonerata da oneri retributivi, fatti salvi i legittimi rimborsi per spese di rappresentanza effettivamente dimostrate, sostenute nell’esercizio delle proprie funzioni. L’Assessore alle Politiche sociali e socio sanitarie attua il programma condiviso con la Consulta Cittadina per le Politiche Sociali e Sanitarie, coordina programmi e progetti e presiede le sedute assembleari, redigendo i rapporti semestrali da presentare in Giunta ed in Consiglio comunale previo parere della Consulta ed approvazione della Giunta Comunale".

 

22_05_22

condividi su: