Novembre 2021

PD E RIETI IN COMUNE SU PROGETTO ‘RIETI 2020’: COSA ABBIAMO PERSO

politica

Pubblichiamo una nota congiunta del PD Città di Rieti e ‘Rieti In Comune’

"É di queste ore la presentazione sui social di alcuni esponenti di punta dell'Amministrazione Cicchetti di scarne immaginette riferibili alla progettazione preliminare (ancora?) per il recupero della centrale area del Mercato coperto. Al di là del fatto che si continua a registrare una volontà quasi ottusa di perseguire la totale mancanza di partecipazione, sia istituzionale che cittadina, sulle scelte riferibili a beni comuni, è bene rimarcare almeno due cose su quanto riportato con gran fracasso di trombe e grancasse dall'assessore Emili.

1) Le somme sono il frutto di una progettazione proposta e finanziata durante la Giunta Petrangeli. Una linea di sviluppo coerente e omogenea destinata a rigenerare un ampio segmento di città puntando al benessere, alla qualità della vita, alla salute, allo sport diffuso dei reatini nei luoghi pubblici, e contemporaneamente al recupero delle strutture e risorse ambientali esistenti. 
2) Le somme pari a circa 3 milioni di euro, oggi destinate alla riqualificazione del mercato coperto dopo scellerata rimodulazione del progetto originario, derivano dalla esclusione di altre azioni previste dal progetto iniziale, che oggi dovevano essere già state completate, e che davvero avrebbero reso Rieti2020 un modello di intervento sulla città consolidata di livello nazionale.
In particolare, a causa di questa rimodulazione, abbiamo perso 1. la riqualificazione dell'area esterna al Costaggini, 2. la realizzazione di un pezzo di nuova pista ciclabile atta a completare quella già esistente 3. un attraversamento ciclopedonale e relativo superamento dell'ostacolo del sottopasso della ferrovia nella zona Giorlandina, 4. la realizzazione di moli in legno per favorire la pratica molto diffusa di sport sul fiume Velino.
Ben 4 azioni sacrificate e tolte ai cittadini e alla città per il nulla di fatto del Mercato coperto.
Azioni e relative somme che se completate, articolate e connesse con le altre opere pubbliche del progetto originario - di cui alcune in corso d'opera e altre completamente dimenticate da chi ci amministra oggi - accompagnate e partecipate dalla cittadinanza attraverso percorsi culturali finanziati anch'essi con altri 11 interventi immateriali, avrebbero restituito a Rieti brani urbani di qualità da vivere e da godere nel segno del benessere della cittadinanza.
Ma sappiamo che concetto di sviluppo urbanistico ha questa destra che amministra a città!
Fanno tenerezza oggi le immaginette di un improbabile progettino sul mercato coperto -sulla cui qualità architettonica al momento ci sarebbe anche da discutere a lungo- rispetto a quanto sottovalutato, scardinato, scartato, e infine dimenticato del progetto originario Rieti2020. 
Fanno tenerezza oggi gli assessori, i consiglieri comunali e tutta l'amministrazione Cicchetti che, a distanza di quasi 5 anni dal finanziamento, nel tentativo di vendere fumo e gloria, si ritrovano ad affidarsi ai social mostrando immaginette scarne che altro non sono che la prova di quel poco con cui hanno sostituito quella faticosa elaborazione e visione coerente di città poggiata sul benessere diffuso e alla portata di tutti, elaborata dalla Giunta Petrangeli.
Nessuna visione, salvo il farsi belli di quel poco che si è realizzato della nostra visione.
Per il resto solo ordinaria manutenzione o meglio, con questo ultimo rantolo una loro piccola, misera e ridicola restaurazione.
Ci si aspettava qualcosa in più, ma evidentemente questa è la qualità della politica attuale, questo il nulla a cui ci vogliono abituare gli attuali amministrativi di Rieti, il niente di fatto a cui alle prossime elezioni comunali Rieti sarà chiamata a dare un severo giudizio".
14_11_21
condividi su: