Ottobre 2023

NPC

PALASOJOURNER CARICO MA AVELLINO HA LA MEGLIO 72-78

basket


 
 
PalaSojourner carico per un match che vale tanto per i padroni di casa, dopo le tre sconfitte di fila rimediate in quattro turni di Campionato.

Avellino battezza subito la partita nei primi secondi di gioco con una tripla che apre le danze. Da lì in poi i campani dominano il primo quarto con una fase difensiva ottima, la quale, grazie anche ai tanti errori della NPC, permette ai Verdi di essere prolifici in attacco. Ben 28 i punti messi a segno nei primo dieci minuti. Il solo Santucci ne mette 11, quasi il totale di Rieti che si ferma a 16. 

La seconda frazione si apre con i punti di Markovic che permettono ai reatini di accorciare nel punteggio. Avellino sbaglia ai liberi, la NPC macina gioco e mette altri quattro punti con Da Campo e Cassar, Rieti a -5 grazie ad un break di 8-0. Bacchin a 5:55 e Agostini a 5:25 mettono le due bombe del pareggio. NPC - Avellino 31 - 31. Animi accesi sul finire di frazione per alcune scelte arbitrali che fanno discutere Società amarantoceleste e pubblico. Le squadre vanno all'intervallo lungo sul punteggio 42 - 46. 

Gli uomini di coach Ponticiello iniziano il terzo quarto con grande enfasi, grazie ad un break di 6-0 allungano sugli irpini che però non si danno per vinti e con un contro break di 0-6 pareggiano e poi allungano sul +3 a 2:35 dal fine frazione. Ancora tante le proteste del pubblico contro la coppia arbitrale. Assordanti i fischi su un fallo e rimessa dati ad Avellino che portano poi alla tripla del +5 per gli irpini. Il terzo quarto si chiude sul 58 - 63.

 

Il quarto quarto si apre con un Tecnico alla panchina NPC. Partita "tirata", con le squadre che lottano punto a punto. Dopo i liberi di Cavallero, Markovic sotto canestro in contropiede mette i punti del 66-66. 
Cassar da tre a 3:12 dal termine, NPC a -1. Poi ancora Cassar sugli scudi, seconda bomba di fila, il PalaSojourner esplode e Rieti va sul +2. A 52"41 time out Rieti. Rimessa reatina, turi sbagliato, ripartenza Avellino che la mette da tre e va sul +4 a 10" dalla fine. La partita finisce 72 - 78 per Avellino.

 TABELLINI 
Imperatori, Agostini 3, Mele, Da Campo 8, Markovic 12, Melchiorri 5, Cavallero 12, Cassar 22, Bacchin 7, Del Sole 3, Perella, Margarita.

 Venga, Caridà 2, Burini 11, Giunta 2, Santucci 16, Vasl 14, Verazzo, Carenza 6, Bartolin 3, Nikolic 24.

"Frustrante analizzare una partita così particolare. L'ultimo minuto e mezzo è una fotocopia di Desio, tre possessi e non ne abbiamo sfruttato uno. La colpa è mia chiaramente, ma è un aspetto sul quale lavorare tanto - ha dichiarato il coach Ponticiello al termine della partita persa dalla NPC Rieti in casa - La gioventù non può essere un qualcosa che può o deve condizionarci. La partenza è da analizzare, dando larghi meriti ad Avellino, con una nostra partenza pari a quella di Desio. Avellino ha messo 28 punti in un quarto e questo mostra le nostre erronee interpretazioni sui loro attacchi. Dobbiamo mettere a fuoco i nostri errori. Sul finale pensavamo di aver chiuso la loro bocca di fuoco, Nikolic, ma purtroppo la necessità di avere un flusso offensivo non ha prodotto ciò che volevamo. Ci serviva maggior freddezza. Già da luglio sapevamo
che avremmo avuto una partenza difficile, non dobbiamo abbatterci, da martedì si proseguirà a lavorare. Avere Da Campo che non si allenava da 72 ore è stato un altro fattore.nEsecuzione in attacco e difesa è un qualcosa sul quale ad ottobre non possiamo essere ottimali, dobbiamo qui ed ora fare qualcosa in più senza dimenticare in certi frangenti quello che abbiamo fatto. Questa squadra ha nel DNA la possibilità di poter alzare o abbassare i quintetti. Abbiamo incontrato in sequenza squadre molto molto forti, l'analisi è doverosa, sempre con meticolosità, ma non dimentichiamo questo elemento. Abbiamo sicuramente cose da migliorare, ma è giusto precisare che dobbiamo analizzare tutta la prospettiva".
 

condividi su: