Ottobre 2021

PAGGI “IL CENTROSINISTRA RIPARTA DALLE FRAZIONI. ANCHE LE RECENTI ELEZIONI SUGGERISCONO DI NON RIPETERE GLI ERRORI DEL PASSATO”

politica

"Le recenti elezioni amministrative offrono una serie di spunti che è possibile proiettare anche in chiave locale, a partire dal ruolo delle periferie dove, non soltanto nelle grandi Città, si è registrato il dato più alto di astensione e disaffezione dalla politica - il segretario del PSI Rieti Ivano Paggi - Il tema a Rieti non è nuovo e, soprattutto per il centrosinistra, rappresenta una sfida da tenere a mente, che richiama anche quanto accaduto nel 2017 quando proprio le nostre periferie, ovvero le frazioni della Città, punirono la coalizione di governo optando per l’alternativa. Come più volte segnalato in passato, oggi ci sentiamo di lanciare un monito alla coalizione che verrà: è doveroso e non più rinviabile tornare ad ascoltare i cittadini e riappropriarsi di una presenza anche fisica nelle nostre frazioni. Ricordo a tutti che le aree periferiche, se così possiamo chiamarle, della Città di Rieti, rappresentano circa il 30% del corpo elettorale e non è possibile immaginare una coalizione competitiva se non si parte dalla capacità di tornare fisicamente nelle frazioni, ad ascoltare e dialogare con i cittadini che le vivono e le animano. L’amministrazione uscente non ha certo brillato nel trattamento di queste aree e lo si evince dalle quotidiane segnalazioni di problemi, disfunzioni ed abbandono che leggiamo sulla stampa. E’ora di tornare a parlare e soprattutto ad ascoltare le persone, anche nelle frazioni, perché solo così possiamo lavorare ad un programma elettorale ed amministrativo che sia convincente e adatto alle esigenze dei cittadini. Attenzionedunque a non concentrarci solo su quanto accade dentro le mura della Città! Torniamo a ricostituire quel cordone ombelicale con le molte e variegate aree periferiche di Rieti; ascoltiamo e proponiamo, facciamo nostre le esigenze delle frazioni, elaboriamo piani di recupero concreti e realizzabili del tessuto urbanistico delle stesse, del loro arredo urbano e dei collegamenti. Tardare, rinviare o addirittura evitare di impegnarsi su questo tema strategico potrebbe rivelarsi un errore imperdonabile, da non ripetere assolutamente!"

08_10_21

Ivano Paggi

condividi su: