Ottobre 2023

PERSONE & PERSONAGGI

OSCAR GREEN, COLDIRETTI LAZIO PREMIA LE STORIE DI CORAGGIO DEI GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI. MENZIONE SPECIALE A GABRIELE PICIACCHIA

agricoltura

Sono storie di amore per la natura, di difesa della biodiversità e delle tradizioni, di una visione del futuro sempre già innovativa, di economia, ma anche di coraggio e solidarietà, quelle dei sei finalisti degli Oscar Green 2023, il concorso di Coldiretti che ogni anno premia la creatività dei giovani imprenditori agricoli. Accanto alle sei categorie in gara, quest’anno si sono aggiunti due premi speciali dedicati agli “Eroi”, assegnati a Don Antonio Coluccia, il sacerdote che combatte la criminalità nelle periferie di Roma e a Gabriele Piciacchia, un imprenditore agricolo di Accumoli, che ha trovato la forza di rialzarsi, combatte e restare nella sua terra dopo che il terremoto aveva distrutto la sua azienda.  

A colorare di ironia gli Oscar Green di Coldiretti Lazio, che quest’anno si sono svolto al Villaggio Coldiretti al Circo Massimo, è stato il comico Massimo Bagnato, che ha condotto la premiazione. Storie di giovani imprenditori agricoli che arrivano da Roma, Vetralla, Caprarola, Anagni e Latina, ma anche Rieti per quanto riguarda la menzione speciale, grazie a Gabriele Piciacchia, allevatore di Accumoli che ha ricevuto il riconoscimento da Camilla Petrucci, delegata di Giovani Impresa Coldiretti Lazio, entrata a far parte anche dell’esecutivo nazionale. 

“Eroe è una parola grossa - dice Piciacchia - Quando ti cade il tetto della tua azienda addosso, provi con fatica ad andare avanti, poi però quel tetto cade di nuovo con la seconda scossa e allora vuoi solo arrenderti e mollare tutto. Ecco, in quel momento di sconforto, ho avuto accanto la Coldiretti che non mi ha consentito di abbandonare la mia attività, ma mi ha dato la forza di rialzarmi e andare avanti. E’ stato un incoraggiamento prezioso il loro e ringrazio il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri, che ha voluto fortemente che io continuassi. Sono ripartito con una nuova razza, la Chianina, ma la cosa importante è che adesso la mia azienda la porta avanti mio figlio”.  

condividi su: