Maggio 2021

NPC

NPC DAI DUE VOLTI

basket

di Roberto Guidobaldi - Kienergia Rieti 70 Edinol Biella 74.
Prima partita casalinga dei play out e purtroppo prima sconfitta per la squadra reatina. Una sconfitta che, nei primi due quarti, sembrava scontata ed inevitabile. La Kienergia non era in partita, anzi non era in "pallacanestro" non era in timing con questo sport. È  facile, intuibile e giustificabile capire il perché.  I ragazzi di coach Rossi non giocavano una vera partita da un mese. Alcuni giocatori, colpiti da Covid o da quarantene imposte, da ancora più tempo. Uno di loro, l'americano Wilson, arrivato da qualche giorno. Per tutti loro, l'impatto con un vero ed importante incontro è  stato immensamente difficile. All' intervallo non sappiamo cosa sia successo all'interno dello spogliatoio. Si pensava, si ipotizzava, si sperava in una reazione d'orgoglio ma si temeva che non sarebbe stata supportata dalle precarie condizioni fisiche. Ed invece, al ritorno in campo per il secondo tempo, dai volti dei giocatori reatini si poteva comprendere che qualcosa sarebbe cambiato. Più aggressivi, più attenti in difesa, più vari in attacco e aiutati dalla spinta del ristretto pubblico presente, piano piano entrano, e come, in partita. Insomma cominciano a giocare a pallacanestro, superando, con l'orgoglio, che precedentemente era stato  preso a calci dagli avversari, il gap costante dei 20 punti di svantaggio. Wilson, il nuovo arrivato, acquista sicurezza, Ponziani instilla rabbia, Piccoli "mozzica" gli avversari di turno ed il MIRACOLO stava per concretizzarsi con il vantaggio acquisito a pochi minuti dal termine dell'incontro. Sinceramente sembrava fatta. L'inerzia era nelle mani della Kienergia. L'Edinol, in difficoltà, si fa maschia ed incomincia a randellare. Arrivano gli infortuni (Sanguinetti botta in testa lascerà il campo in barella) botta a De Laurentiis  Pepper 5 falli, Ponziani 5 falli. Sinceramente si poteva ipotizzare, in questa situazione, e  calcolando tutte le vicissitudini passate che hanno costretto una squadra da play off( con tutte le scelte discutibili) ai play out, ad un aiuto dagli arbitri( inteso come arbitraggio giusto,attento, ma giusto) ed invece fischi esageratamente discutibili. In fasi così esagitate c'è stato anche qualche errore dei giocatori reatini ma certo è, che alcune decisioni arbitrali,troppo esageratamente giuste, o forse esageratamente fiscali o forse ipoteticamente sbagliate hanno gettato alle ortiche una vittoria che era stata agguantata contro TUTTO E TUTTI. E ora??? Prossima partita a Rieti e poi due a Biella. Se recuperiamo subito gli infortunati, nonostante le partite siano tutte ravvicinate, il rodaggio ed il cammino verso un rapido clima da play out, potrebbe renderci competitivi. Come al solito si dovrà lavorare su molteplici fronti. Fisici,mentali e poi tecnici. Un appello. Non so  come siano regolati i pochissimi ingressi consentiti ma, se fosse possibile, per la prossima partita interna, faremo entrare veri tifosi, scelti come sappiamo, ma veri tifosi che facciano sentire ai giocatori il loro valore, la loro vicinanza, la loro passione, la loro rabbia, il loro amore!!!

24_05_21

ph M. Rinaldi

condividi su: