Novembre 2021

#NONCHIUDEREGLIOCCHI "METTI FINE ALLA VIOLENZA"

antiviolenza, provincia, solidarietà

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne un evento ricco di spunti di riflessione con il coinvolgimento del Comune di Fara in Sabina e dei ragazzi delle scuole.
Una mattinata ricca di contenuti per discutere insieme sul tema del contrasto della violenza di genere e per  ragionare sulle nuove prospettive di rete nell' ottica della lotta ai pregiudizi e alla violenza maschile sulle donne. Alle ore 11.30 di giovedì 25 novembre presso la Sala 3M della scuola comunale di musica di Fara in Sabina (RI), ospiterà la manifestazione “Metti fine alla violenza”, promosso dal Comune in collaborazione con la Cooperativa Sociale Gea, l’Associazione Kyanos ed il coinvolgimento degli Istituti Superiori. Proprio in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne verrà affrontato il delicato tema della violenza di genere, degli stereotipi e dei pregiudizi ad esso connessi, sia sul piano psicologico che sociale.
Ospite d’eccezione la psicologa e operatrice antiviolenza  Vanessa Poscia, che porterà la sua testimonianza di professionista e attivista, scavando nei principali aspetti psicologici connessi agli episodi di violenza. Si alterneranno contributi video, testimonianze delle Forze dell’ordine e dibattiti aperti con i ragazzi delle scuole, in un clima di condivisione e scambio che possa lasciare dei reali e sentiti spunti di riflessione.
“La Cooperativa Sociale Gea insieme all'Associazione Kyanos – ha affermato la presidente della Cooperativa Sociale Gea, Alessandra Senzacqua - abbraccia in maniera fortemente sentita la delicata tematica della violenza di genere e lo fa attraverso un'opera di sensibilizzazione che si traduce in azione viva sul territorio. Sono molti i servizi di supporto e ascolto alle vittime di violenza che stiamo attivando in diversi Comuni e siamo felici ed onorati di partecipare a questa manifestazione che coinvolge così tanti ragazzi, perché solo impiantando il seme del rispetto nelle nuove generazioni e sostenendo l'abbattimento del pregiudizio, potremo auspicare ad un futuro senza violenza”.
“Dal 2016 ci occupiamo di combattere, ogni giorno, la violenza di genere e siamo consapevoli di quanto giornate come queste, in cui è previsto il coinvolgimento delle scuole, siano fondamentali per quell’aspetto che riteniamo importantissimo nella lotta contro la violenza di genere: la prevenzione” – ha commentato Marta Nori, Presidente dell'Associazione Kyanos. 

condividi su:
INCRINATURE
antiviolenza