Aprile 2021

EVENTI E MANIFESTAZIONI

"NON SI PUÒ CHIUDERE IL FUTURO" ANCHE RIETI SCENDE IN PIAZZA

commercio

Anche i commercianti reatini sono scesi in piazza per chiedere le riaperture definitive di bar, ristoranti pizzerie, locali e di tutti gli esercizi ormai chiusi da troppo tempo.  L"hanno fatto in contemporanea con la manifestazione di Roma organizzata dalla Confcommercio nazionale, a Rieti anche Fipe, Federmoda, Federalberghi.

"Questa manifestazione è per chiedere la riapertura immediata di tutte le attività legate non soltanto più alla ristorazione, bar e  pasticcerie ma anche a tutto l'indotto che comporta la movimentazione di tutte queste aziende - ci dichiara Elia Grillotti presidente della Fipe -  I dipendenti delle nostre aziende non ne possono più perché la cassa integrazione non arriva ed è comunque insufficiente per sfamare i nostri figli. Abbiamo dimostrato con le chiusure forzate che non siamo noi gli untori, che non è questo il circuito da controllare perché ci siamo attrezzati quando ci venne richiesto e imposto spendendo dei soldi e facendo, quindi, tutto quello che era necessario secondo il CTS. Durante queste chiusure i contagi sono continuati e non c'è stato nessun miglioramento tranne adesso con i vaccini, perciò fateci riaprire, iniziate a convergere più forze e più risorse sulla vaccinazione e cerchiamo di ricominciare a lavorare altrimenti andiamo a gambe per aria. I ristori e aziende importanti che fatturano centinaia di migliaia di euro l'anno si sono viste recapitare importi da 3000/4000 euro i quali non servono nemmeno per pagare l'affitto al proprietario. Non arriviamo più, abbiamo raschiato il fondo del barile."

In difficoltà estrema il mondo delle palestre come sottolinea il proprietario del Planet "Potrebbero riaprire rispettando il distanziamento e ospitando un numero di persone limitato all'interno, quindi potevano benissimo non restare chiuse e continuare, anche a singhiozzo come altre attività, a portare avanti un'attività degna. Siamo sfiniti".

Molte le persone presenti ben distanziate, in numero però inferiore alle aspettative come hanno notato con rammarico gli stessi organizzatori. Ben rappresentate però le diverse categorie con Leonardo Tosti per la Confcommercio, il presidente della Fipe Elia Grillotti, di Federalberghi Michele Casadei, Monica Cherubini in rappresentanza del mondo dello spettacolo, Fausto Cati presidente della Federcom agenzie pubblicitarie e gli avvocati Napoleoni e Accardi per gli autonomi. Al termine una lettera contenente le proprie istanze (ristori consistenti, riaperture in sicurezza, detassazione) è stata consegnata al Prefetto di Rieti. 

condividi su: