Novembre 2022

PERSONE & PERSONAGGI

NEL RICORDO DI ANTONIO CIPOLLONI, UN ANNO DOPO

persone, storie

La pagina Facebook  di Antonio Cipolloni, è desolatamente vuota. In questi giorni in cui si torna a ragionare del Terminillo e delle sue annose e irrisolte questioni, ci sembra di ascoltarlo. Avrebbe sicuramente trovato il modo di raccontarci un’epoca diversa e avrebbe corredato la testimonianza con quel patrimonio sconfinato attinto al proprio archivio personale. Foto in bianco e nero che punteggiavano la storia di un territorio, quello che Antonio ha sempre amato nelle sue molteplici vesti: cittadino, politico, amministratore, fotografo, giornalista e, di conseguenza, storico. Lui e la sua mania di raccogliere carte, documenti, ritagli di giornale e quei nastri in cui imprimeva, registrandole, voci di testimoni destinate altrimenti ad essere inghiottite dalla nebbia del tempo che passa. Chilometri e chilometri macinati per raggiungere anche il più sperduto paese in cerca di un sopravvissuto a quella guerra che aveva così bene raccontato, ore passate nelle biblioteche utilizzando ogni mezzo, anche quello straordinario scanner portatile che lo rendeva orgoglioso. Tirava fuori i suoi faldoni compiaciuto nel mostrarti quale tesoro possedesse in termini di raccolte cartacee e fotografiche, e ti parlava del suo prossimo progetto con lo stesso entusiasmo di un ragazzo che ha ancora una vita davanti per raggiungere le proprie mete. Lo sguardo passava dallo sdegno, incupendosi, alla felicità, illuminandosi, quando raccontava le vicende di una terra che non ha mai avuto il riscatto che avrebbe meritato in quanto a natura,  ricchezza storica, culturale, artistica. Il suo salotto era invaso da incartamenti, pc, raccolte...il Borgo, Marcetelli, Grotti, Rieti, Terminillo.  Pallina e X, i suoi gatti di cui studiava il comportamento, dormicchiavano in qualche angolo rassicuranti, mentre Maria Cecilia dalla cucina lo seguiva con lo sguardo, assecondandolo e arrivando in soccorso con uno dei tanti liquori fatti in casa, ricorrendo alle antiche ricette, o con un dolcetto rigorosamente genuino. Con l’arrivo del Natale, in questa città contiamo nuovamente tanti volti amici in meno accanto a noi. Ci piacerebbe comunque saperli felici, magari in un Altrove dove, ritrovandosi insieme, avranno tanto ancora da raccontarsi.

Ciao Antonio, ti pensiamo spesso.

25.11.21 - 25.11.22

condividi su: