Marzo 2024

PERSONE & PERSONAGGI

MALORE DURANTE UNA PARTITA DI PADEL: MUORE ANDREA GUADAGNOLI

sport

Lutto nel mondo dello sport locale: è morto Andrea Guadagnoli, aveva 50 anni. Una tragedia, quella che si è consumata nel tardo pomeriggio di sabato 9 marzo presso il centro sportivo di Santa Rufina, su uno dei campi da padel dove Guadagnoli si ritrovava insieme agli amici e ai frequentatori dell'Asd Padel Santa Rufina. Nel bel mezzo dello svolgimento di una partita di un torneo in corso di svolgimento, Andrea Guadagnoli è stato colto da malore e, nonostante i soccorsi di chi in quel momento era nei paraggi, per lui non c'è stato nulla da fare. Dopo l'arrivo dei carabinieri e del magistrato di turno, la salma è stata trasfertita presso la camera mortuaria dell'ospedale de Lellis.

Il padel, per Andrea Guadagnoli, era una passione esplosa da qualche anno, era il pretesto per trascorrere un pomeriggio, una serata in compagnia degli amici di sempre, di quelli che a Villa Reatina lo hanno visto nascere e crescere, gli stessi però, che dai primi anni '80 lo hanno ammirato sui campi da calcio.

Era una forte mezzala, un fuoriclasse vero, che ben presto è riuscito ad approdare nel settore giovanile della Lazio. Nella stagione '90/'91 eccolo arrivare in Primavera, condividendo lo spogliatoio con gente del calibro di Alessandro Nesta, Marco Di Vaio e Flavio Roma, oltre ad Alessandro Rinaldi e Maurizio Melli, ma a un passo dal possibile esordio in A, un grave infortunio lo ha costretto a rivedere i suoi progetti futuri. Il calcio è sempre stato il suo mood e, seppur in categorie inferiori, ha fatto le fortune di chi si è potuto beare delle sue giocate: da Chianciano a Narni, da Mosciano a Poggio Mirteto quando vestì la maglia del Sabinia, nonché a Rieti con quelle del Centro Italia '98, ma anche Alba, Grotti e Icosystel. Ha allenato le giovanili del Fc Rieti e quando ne aveva la possibilità, non disdegnava un torneo di calcio a 5 (Uisp) o calcio a 8 (protagonista nella Terni League).

Marco Ferroni 

condividi su: