Aprile 2021

SALUTE

UN NUOVO CENTRO VACCINALE IMMERSO NELLA BELLEZZA, ALLA VERDIROSI

Questa mattina è stato inaugurato il nuovo centro vaccinazione nato dalla collaborazione tra Asl di Rieti e Esercito.  A simboleggiare l'accordo la gigantografia sul portale, che ritrae la stretta di mano tra un militare ed un medico "Uniamo le forze per combattere il Covid-19". Presenti l'assessore regionale D'Amato, la direttrice generale Marinella D'Innocenzo, il comandante della Scuola Interforze per la Difesa NBC Rieti generale Emilio Corbucci, il presidente della Fondazione Varrone Antonio D'Onofrio, il vicesindaco Daniele Sinibaldi, il nuovo Prefetto Gennaro Capo, l'on. Fabio Melilli, il consigliere regionale Fabio Refrigeri e tutti i vertici delle Forze dell'Ordine.

Il centro occupa alcuni dei locali da cui si accede da Piazza Beata Colomba, usufruendo di spazi per un totale di circa 850 mq. Si partirà da domani con la somministrazione di circa 200 dosi al giorno di vaccino AstraZeneca (ora Vaxzevria), procedendo secondo le prenotazioni già effettuate per il distretto 1 di via delle Ortensie che varrà chiuso nei prossimi giorni, restituendolo alla sua funzione primaria.  Si spera, in un prossimo futuro, di poter incrementare l'attività giornaliera di vaccinazione con la consegna di ulteriori quantità e varietà.  Assente il generale Figliuolo che, seppure invitato, ha dovuto rinunciato per inderogabili impegni istituzionali inviando un messaggio d'auguri.

"Abbiamo attualmente 40mila vaccinati su 115mila vaccinabili - ha affermato la direttrice generale Asl Marinella D'Innocenzo - il 27% di essi ha ricevuto la prima dose, mentre con la seconda abbiamo coperto il 14% della popolazione. Percentuali che dimostrano l'impegno della Regione Lazio in tal senso e che verranno incrementate grazie a questa nuova struttura, passando dalle 700 giornaliere alle 1.200"

L'assessore regionale alla Salute Alessio D'Amato ha annunciato l'obiettivo per le prossime 48 ore di 50mila somministrazioni, accelerando nella prima settimana di maggio. "Entro agosto dovremo avere 4 milioni di persone vaccinate, una meta raggiungibile grazie allo sforzo unitario".

Da domani chi si vaccinerà, percorrerà percorrere l'intero chiostro per completare la procedura, immergendosi nell'alta caratura artistica del luogo, potendo osservare da vicino le numerose lunette raffiguranti episodi della vita della Beata Colomba da Rieti, ad un passo dall'Oratorio di San Pietro Martire (fronte ingresso) che conserva il prezioso ed imponente affresco del Giudizio Universale, realizzato nel XVI secolo da Bartolomeo e Lorenzo Torresani, così come illustrato in un breve intervento dalla promoter e guida turistica Rita Giovannelli durante il corso dell'inaugurazione. Un luogo che, sia pure per un uso legato all'emergenza sanitaria, verrà così temporaneamente restituito alla cittadinanza. La stessa che in questi mesi più volte ha guardato all'Esercito come soluzione risolutiva e che ora, come spiegato dal generale Corbucci "sull'esempio di ciò che avviene in tante altre caserme italiane, voleva dare alla popolazione un sostegno concreto. Più istituzioni dello Stato hanno lavorato sinergicamente per questo risultato."

30_04_21

condividi su: