Gennaio 2021

EMERGENZA ESONDAZIONI

IL LIVELLO SCENDE MA SI ESPANDONO LE AREE COINVOLTE DAGLI ALLAGAMENTI

acqua

Scende il livello dei corsi d'acqua dopo la graduale riduzione di portata del rilascio della diga, ma si espandono le aree coinvolte dagli allagamenti. E' enorme la quantità d'acqua che si è riversata sul territorio:  si è trattato nella fase ‘calda’ di circa 75 mila litri al secondo.
Ieri nuovi ingrossamenti hanno interessato Greccio e Contigliano, dopo aver duramente coinvolto la zona del Macelletto, Maglianello Basso, Piani di Poggio Fidoni, Sant'Elia, Contigliano, l'intera Piana Reatina, la zona Annonaria, la valle del Turano, oltre ad alcune vie cittadine come via Votone, via Pistignano, via Cese, via Piani, via Prati, via Comunali, via Settecamini, via Pantane, via Larghetto, via Madonna.  Al momento sono una novantina le persone complessivamente evacuate, alcuni hanno fatto ricorso in maniera autonoma ai propri parenti altri sono ospitati in alberghi. La conta dei danni come spiega il vice sindaco Daniele Sinibaldi potrà essere fatta solo quando l’acqua si sarà completamente ritirata “Solo allora inizieranno le perizie da parte dei privati cittadini e per quanto riguarda le competenze degli enti pubblici. Ci sarà da controllare  strade, argini e soprattutto lo stato delle dighe. Enorme il danno subito dal territorio per quanto riguarda abitazioni, attività economiche, azienda agricole, allevamenti, stalle, magazzini. Sono stati momenti davvero difficili, con decisioni impellenti da prendere in maniera inaspettata, come accaduto giunti alla mezzanotte di lunedì quando, alla notizia dell’incremento notevole del rilascio e dell’atteso conseguente arrivo dell’acqua a valle,  si è deciso  di andare a bussare alla porta delle persone residenti in zone a rischio. Giornate no-stop, sotto continua tensione.”

29_01_21

ph M. D'Alessandro

condividi su: