Aprile 2024

PROVINCIA

IL GIRO D'ITALIA ATTRAVERSERÀ LEONESSA, POSTA, BORBONA PER L'8°TAPPA

sicurezza

Nel corso della mattinata odierna si è svolta in Prefettura una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto di Rieti, dr.ssa Pinuccia Niglio, con la partecipazione dei vertici provinciali delle Forze di Polizie e dei Vigili del Fuoco, il Vice Sindaco del Comune di Rieti ed i Sindaci dei Comuni di Borbona, Leonessa e Posta.

Hanno partecipato all’incontro anche i referenti di Anas, Astral, e della RCS Sport, Società organizzatrice della 107°edizione del Giro d’Italia.

All’ordine del giorno lo svolgimento dell’8° tappa del Giro d’Italia, Spoleto - Prati di Tivo, in programma l’11 maggio prossimo, che attraverserà, per circa 40 chilometri la provincia di Rieti, nei dei comuni di Leonessa, Posta e Borbona.

Al fine di garantire lo svolgimento in piena sicurezza dell’evento sportivo e la vigilanza complessiva del tracciato, che interesserà principalmente la SS.471 e la SS. 4 Salaria, i partecipanti hanno esaminato le criticità del percorso invitando gli Enti proprietari delle strade a porre in essere ogni azione utile ad assicurare la manutenzione del manto stradale.

Al contempo sono state individuate le intersezioni che dovranno essere presidiate da parte delle Forze delle Ordine, non solo nei comuni interessati dal passaggio della corsa, ma anche nei pressi dei più importanti snodi della viabilità provinciale.

Nella seconda parte dell’incontro, il Prefetto ed i Vertici delle Forze di polizia, alla presenza dei Sindaci interessati e con l’ausilio tecnico dell’Ufficio TLC-Lazio, hanno espresso parere favorevole ai progetti di videosorveglianza integrata proposte dai Comuni di Rieti, Casaprota, Casperia, Colle di Tora, Configni, Fara in Sabina, Monteleone Sabino, Morro Reatino, Rivodutri, Salisano e Stimigliano.

All’esito dell’incontro il Prefetto ha ricordato come l’istallazione dei sistemi di videosorveglianza, favorevolmente recepita dagli Amministratori dei Comuni interessati, rappresenti un obiettivo primario per la prevenzione ed il contrasto della criminalità anche in zone con scarsa densità abitativa ed a fronte di un indice di delittuosità molto basso.

Ph M. D'Alessandro

 

condividi su: