Giugno 2022

SALUTE

GRAZIE AL REPARTO GINECOLOGIA DELL'OSPEDALE DE LELLIS

salute, sanità

"Un enorme GRAZIE a tutto il personale del reparto di Ginecologia dell'ospedale De Lellis di Rieti - scrive la nostra lettrice Sandra Zingaretti che tiene a precisare di non avere nessuna parentela in... Regione -  Avevo un ricordo diverso del reparto di ginecologia reatino e quando la settimana scorsa sono stata ricoverata per un intervento delicato, ero quasi certa che la mia degenza sarebbe stata doppiamente spiacevole. È vero che la mia esperienza passata risaliva a molto tempo prima, ma ritrovare la stessa struttura, con gli stessi arredi e gli stessi rattoppi, non mi aveva fatto sperare per il meglio. Invece mi sono dovuta totalmente ricredere: il servizio professionale e umano offerto dal personale sanitario del reparto è stato sorprendente e al di sopra di ogni aspettativa. A partire dal primario, che il primo giorno di ricovero si è fermato a lungo per spiegarmi per filo e per segno, con competenza e cortesia, ogni termine medico presente nella mia cartella clinica, il tipo di intervento che avrei dovuto sostenere e i consigli per il periodo post-operatorio. Sul mio ginecologo non avevo dubbi, ero lì per lui, ma nessun altro specialista (neanche quelli pagati profumatamente nel privato) mi aveva mai spiegato il mio problema con tanta accuratezza, tanta chiarezza e anche con qualche battuta simpatica, utilissima per smorzare la tensione. Con l'occasione ho fatto al primario una raffica di domande e a tutte ho avuto risposte pazienti ed esaustive. Con la paziente straniera di fronte a me, che era già stata operata, il primario invece ha parlato in perfetto inglese, assicurandosi che avesse capito bene la terapia da seguire una volta dimessa. E poi dottoresse, medici, infermiere e OSS, durante la degenza mi hanno fatto sentire quasi in "famiglia": non ero autonoma dopo l'intervento, avevo bisogno di assistenza continua anche per le piccole cose e il personale è stato di un'umanità e di una delicatezza non comuni. Non ho avuto neanche bisogno di suonare il campanello per chiamare il personale, perché ogni mezz'ora qualcuno si affacciava nella mia stanza (dove nel frattempo ero rimasta da sola) per chiedermi se avevo bisogno di qualcosa. Mi sono sentita non solo "aiutata", ma accudita e coccolata con dolcezza e competenza. Quando sono stata dimessa è stato come salutare persone che conoscevo da sempre. Quindi grazie, grazie davvero per il valore aggiunto che avete dato alla vostra professionalità."  

06_06_22

condividi su: