Ottobre 2019

CALCIO

FC RIETI, ADDIO AMARO PER IL SEGRETARIO GENERALE DI LEGINIO

calcio

Stallo. Il Rieti, dopo i botta e risposta di ieri tra proprietà nuova e vecchia è in attesa di trovare pace e mentre le carte bollate tra le parti arrivano in entrata e in uscita anche il segretario Generale Gabriele Di Leginio rassegna le sue dimissioni accompagnate da quelle del Direttore dell’area tecnica Luigi Pavarese, arrivato poco meno di un mese facendo da “apripista” alla Italdiesel.
Il Rieti perde i pezzi. Intanto la squadra neanche oggi è scesa in campo per il consueto allenamento mattutino mantenendo fede allo sciopero proclamato ad oltranza fino a quando non avranno le spettanze dovute.Nel caos tra tutti gli avvicendamenti le dimissioni più inaspettate sono quelle del valente e giovane Di Leginio, segretario del Rieti, reatino, arrivato a Rieti a Luglio 2018 e reduce da un bagaglio importante, laureato nel 2013 in Governance dello Sport a Teramo e sempre nel 2013 ha preso parte al corso internazionale in “Gestion Deportiva” voluto a Coverciano dalla Federazione Calcistica spagnola, dal Centro Studi Internazionali sullo Sport (CIES) della Fifa e dalla Universidad Rey Juan Carlos de Madrid, ha lavorato a Macerata e Viterbo nonché nella settore comunicazione di Npc, Livorno, de L’Aquila Calcio e dell’atleta reatino delle Fiamme Gialle Lorenzo Valentini. Il segretario si congeda sul suo profilo Facebook così: “ “Esulta come un ultras” parole di un mister sentite nel mio dormiveglia di ritorno da una trasferta. È già perché forse è vero esulto come un ultras e un po’ delle volte mi vergogno, ma non posso farci niente, forse perché come loro ci credo troppo. Ma se si smette di credere in quello che si fa si smette quasi di esistere. Purtroppo per una serie di motivi, che il mio Facebook non saprà mai, oggi è stato l’ultimo giorno da Segretario Generale della squadra della mia città. Grazie a tutti, agli amici veri trovati in questa piccola famiglia e anche a quelli falsi, a chi ha capito i miei errori e mi ha aiutato a diminuirli e a chi sui miei errori ha gioito, grazie a chi mi ha dato questa opportunità e a chi mi ha confermato la fiducia, nonostante i cambiamenti. Sicuramente, viste anche le dinamiche del calcio spero che questo sia un arrivederci, perché del doman non v’è certezza, ora da tifoso spero che tutto vada per il meglio e che la Serie C continui dignitosamente a vedersi nel nostro Scopigno. FORZA RIETI SEMPRE”.

E nella incertezza sempre più diffusa si resta in attesa di capire se Rieti Reggina di domenica si disputerà.

condividi su: