Ottobre 2021

EVENTI E MANIFESTAZIONI

E' NATO IL GRANDE TAU DI SPINACCETO REALIZZATO DALL'AZIONE CATTOLICA

chiesa, spiritualità

Nell’ambito delle iniziative per i cento anni della Gioventù cattolica parrocchiale dell'Azione Cattolica di Rieti è stato inaugurato nella giornata di sabato 23 ottobre il Grande Tau voluto dal centro diocesano e dalla commissione per i festeggiamenti, come ricordato dalla presidente Fausta Tasselli. Un pomeriggio di festa, in un’area messa a disposizione dall’ex presidente diocesano Alessio Valloni e da sua moglie Stefania  Spadoni, in località Spinacceto, ai piedi di Greccio, in cui è stato realizzato il simbolo – dai richiami biblici a indicare il sigillo dei salvati che san Francesco amava per la sua somiglianza alla Croce di Cristo – divenuto emblema tipicamente francescano. L’iniziativa sull’onda della Laudato si’ di Papa Francesco “Nell’ambito dell’ecologia integrale in cui tutti siamo dipendenti dagli altri ricominciamo dalla terra che è il primo motore per una giustizia vera per tutti i popoli. Chiunque può contribuire ad adottare una piantina, tra i tanti la Compagnia dei Furfanti della parrocchia di Santa Maria delle Grazie di Vazia i cui ragazzi hanno piantato, insieme ad altri, le 222 piantine che formano il Tau, ben visibili da Greccio, con al centro la scritta ‘Pace’” spiega il loro educatore Marco Colantoni. Erano presenti diversi abitanti di Spinacceto, molti aderenti e ex aderenti dell'AC, il Presidente del Lions Club Host Rieti Nando Volpicelli, oltre a coloro che hanno adottato piantine  e che sono stati gratificati da un attestato e dall’iscrizione nel Registro diocesano.  Si è quindi svolto un momento di preghiera guidato dall’assistente unitario dell’AC diocesana, don Zdenek Kopriva, assieme al parroco del luogo, padre Pasquale Veglianti, al diacono Giuseppe Angelucci, ministro della fraternità Ofs di Limiti di Greccio, canti e letture a cui si è aggiunto il messaggio vocale del vescovo mons. Pompili che ha ringraziato per "questo Tau Verde nel cuore della Valle Santa".  Intervenuto il sindaco di Greccio Emiliano Fabi di ritorno da un fine settimana particolare in cui si stava proprio lavorando all’ottavo centenario del Primo Presepe “Risulta quindi particolarmente prezioso questo momento - ha detto -  Ero qui anche il giorno in cui si iniziarono a piantare le prime fotinie, credo esprimano un senso vivo di speranza che, in questa fase, è estremamente importante per tutti noi. La loro crescita rappresenti quella delle nostre comunità. Ringrazio Alessio e tutti i giovani dell'Azione Cattolica che hanno realizzato con tanta tenacia e pervicacia quello che può diventare un valore aggiunto per un posto che rappresenta il messaggio di Francesco, l’amministrazione darà il proprio contributo nel valorizzarlo.”

24_10_21

ph M. D'Alessandro 

in galleria anche le foto della messa a dimora delle piantine

condividi su: