Maggio 2024

DOMENICA 26 MAGGIO VISITA GUIDATA ALL’OASI WWF DI LAGO SECCO

ambiente, cultura

I volontari dell’Oasi di Lago Secco e l’associazione Radici Accumolesi ODV, organizzano una visita guidata a Lago Secco per far conoscere le bellezze naturali del comprensorio e le attività che le associazioni promotrici svolgono in favore della tutela ambientale e della promozione turistico culturale del territorio di Accumoli.

L’Oasi WWF di Lago Secco, situata al centro della valle del torrente Chiarino (comune di Accumoli -RI) e compresa nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, è tra gli ambienti montani più integri dell’Appennino centrale.   L’Oasi è una zona umida montana, circondata da faggete, praterie d’altitudine e torbiere, caratterizzata da una fitta rete idrografica superficiale, di cui il Lago Secco ed il Lago della Selva rappresentano gli specchi d’acqua non stagionali più importanti.

“Anche quest’anno - dichiara Giampiero Cammerini Delegato del WWF Italia per il Lazio - gli amanti della natura selvaggia avranno la possibilità di essere accompagnati nella visita dell’Oasi WWF di Lago Secco (Accumoli - Rieti) che grazie alle piogge cadute nei giorni precedenti permetterà l’avvistamento di specie di Anfibi solitamente elusive quali i tritoni e le rane alpestri, che qui sopravvivono dall’Era Quaternaria”

Nell’Oasi sopravvivono specie di anfibi relitte di notevole importanza zoogeografica quali: il tritone alpestre (scelto come simbolo dell’Oasi), il tritone crestato, il tritone punteggiato e la rana temporaria. Tra i mammiferi si segnala la presenza del lupo, del gatto selvatico, del capriolo, del cervo e saltuariamente l’orso bruno marsicano, mentre per l’avifauna del comprensorio spicca la presenza dell’astore e dell’aquila reale. Le specie vegetali più rappresentative dell’Oasi sono i salici odoroso e fetido, il botton d’oro, il giunco alpino e diverse specie di alchemille, carici ed orchidee esclusive di questo sito.    

Questo biotopo di particolare pregio naturalistico conserva al suo interno specie animali e vegetali tipiche di fasce climatiche nordiche che qui sono sopravvissute grazie al microclima piovoso, all’orografia accidentata e all’isolamento geografico che rendono questo lembo remoto una wilderness appenninica dove è possibile voltare lo sguardo senza scorgere il segno dell’uomo, ammirare panorami incontaminati ed i colori delle stagioni, godere dei profumi delle fioriture estive, ascoltare il canto degli uccelli, il fruscio del vento, il gorgogliare dell’acqua o il silenzio della Natura.

L’Oasi di Lago Secco offre al visitatore la possibilità di fare un’esperienza unica, sia per chi vuole immergersi nella Natura per scoprire le sue meraviglie, sia per chi è alla ricerca di grandi spazi, di chi sente il bisogno interiore di vivere la libertà in solitudine, di rigenerarsi dallo stress o per ricercare sé stesso.

VISITA GUIDATA ALL’ OASI WWF di LAGO SECCO

                              Programma del 26 maggio 2024 (domenica)

  Ore        Descrizione itinerario                                                                      

9:00     L’appuntamento è all’uscita di Accumoli/ Fonte del Campo della strada statale Salaria (SS.4) per Ascoli Piceno

9:15     Si prosegue con le auto private lungo la carrozzabile che collega le frazioni di Illica e Poggio d’Api.  Dopo 5.5km (1.100 m slm.) si giunge all’area di sosta Il Casale

 9:30    Inizio escursione                   

10:30   Si percorre la carrareccia che, traversate le praterie di Pian Murano e di Piano d’Illica, conduce al Bosco del Pannicaro porta di accesso all’Oasi

12:00   Dopo circa due ore e mezzo di cammino si giunge a Lago Secco (1.540 m)

Durante la visita interverranno ricercatori, professionisti ed i volontari del WWF per fornire notizie ai partecipanti sui temi:

-       le finalità dell’Oasi di Lago Secco all’interno del Sistema Oasi del WWF,

-       le caratteristiche geologiche dei Monti della Laga,

-       le peculiarità e le rarità botaniche nell’Oasi,

-       le produzioni zootecniche ed il pascolo brado quali fattori per la conservazione degli habitat delle praterie e della ripresa della locale economia,

-       le specie animali dell’Oasi: gli anfibi,

-       la promozione del turismo naturalistico e culturale nella fase della ricostruzione post-sisma ad Accumoli

13:00 Pranzo – Ai margini della prateria che cinge il Lago Secco i partecipanti potranno degustare i prodotti biologici delle aziende del comprensorio offerti negli stand allestiti dagli stessi produttori (con offerta volontaria) - Distribuzione materiale divulgativo WWF Oasi e raccolta donazioni/iscrizioni

 14:30   Ritorno all’area di sosta delle autovetture seguendo il percorso dell’andata

 16:30   Arrivo all’area di sosta delle auto private

23_05_2024

condividi su:
TACA BANDA
cultura