Luglio 2021

SPORT

DAGLI ALLIEVI IN GARA A RIETI UNA LEZIONE DI SPORTIVITÀ

atletica

di Roberto Guidobaldi - Campionati Italiani Allievi di atletica leggera una festa dello sport. A Rieti, per la nona volta, si sono sfidati i giovani atleti nati nel 2004/05. Adolescenti che rappresentano la parte equilibrata dei nostri ragazzi che riescono a vivere in pieno la loro disorientata quotidianità, unita alle responsabilità e ai sacrifici che l'atletica impone. Stile di vita che mitiga, addolcisce, corregge il disorientamento tipico dei nostri giovani. In campo, sul campo, si sono vissuti momenti tecnici, agonistici, psicologici, duelli. Risultati tecnici, alcuni notevoli, altri che comunque non fanno rimpiangere l'atletica di tanti anni fa con misure e tempi molto al di sotto di quelli che si potevano ipotizzare confrontando l' evoluzione di alcune odierne strutture fisiche che fanno davvero paura! Ma la cosa da sottolineare è  lo "spirito sportivo" che aleggiava netto, puro, ironico tra gli atleti in gara ancora forti, tutto sommato, dell' innocenza della loro età.  Su tutti,  i decatleti (dieci gare) e le eptatlete (sette gare) tra loro complici, amici, sostenitori uno dell'altro consci delle enormi difficoltà di sfide lunghe, in cui tutto può succedere. Fino all'ultima gara, sia nella categoria maschile che in quella femminile, era tutto indeciso, eppure si stimolavano tra loro, a vicenda. Fino all'ultimo si lasciavano intervistare ironizzando sui loro risultati, sui loro duelli, sulle dispute in cui l'uno poteva essere più forte dell'altro. Già le interviste. Molti protagonisti hanno risposto dandoci delle lezioni di vita.  Filosofie che ci hanno disorientato perché, tutto sommato, siamo più noi adulti a nutrirci di meandri psicologici  a cui,  i giovani fortunatamente, ancora non sono arrivati. Storie belle come quelle delle pesiste che, tutte insieme, hanno voluto sottolineare che sul podio sarebbe dovuta andare la più forte, che purtroppo era invece incappata in tre nulli. La stessa vincitrice, si diceva sorpresa della vittoria e del suo personale, migliorato di tantissimo,  perché lei era più forte al lancio del disco!! E come non ricordare la saltatrice con l'asta che ha riso e scherzato con tutte fino al suo tentativo di primato nazionale a 4.21( primato detenuto dalla ex Allieva Bruni con 4.20) sbagliato con il sorriso sulle labbra e, a suo dire, rimandato ad altre occasioni. Lezioni. Lezioni di adolescenti allievi!

qui potrete leggere tutti i risultati http://www.fidal.it/risultati/2021/COD8684/RESULTSBYEVENT1.htm

12_07_21

ph M. D'Alessandro

condividi su: