Giugno 2021

PERSONE & PERSONAGGI

CIAO ROBERTO, LA CITTÀ TI PIANGE

storie

Se dici Martini pensi Antenore, Anna e poi Gino, Paolo, Roberto e Marco.

A Rieti Martini ha sempre fatto rima con fiori. Gli addobbi in chiesa per gli sposalizi, le composizioni in Comune per gli avvenimenti, e una cornice colorata e profumata sul palcoscenico, in teatro per gli spettacoli, perché loro erano quelli a portata di mano, lì ‘pe’ la Pennina’, ad un passo dalla vita cittadina. Ma gli anni passano e cambiano le geometrie delle città e delle famiglie. Così pian piano uno dopo l’altro a partire da quel Cavalier Antenore, portatore sano di racconti e memorie, si esce di scena lasciando il testimone prima a Gino (mentre Paolo opta per altri contesti professionali, incontrando anche lui un destino avverso) ed infine agli ultimi due fratelli rimasti che continuano ad incontrare ogni giorno dopo anni le vicende umane dei reatini nel chiosco-negozio al fianco del Cimitero comunale. Roberto e Marco, insieme, ad affrontare tutto, anche questo ultimo doloroso atto che un leone agguerrito (così come a volte Robeto si definiva) tentava di scongiurare. I suoi giorni, di lotta contro la malattia, fotogramma per fotogramma sono stati raccontati attraverso Facebook a tanti ‘fratelloni’. Era l’appellativo con cui Roberto si rivolgeva ai suoi amici più cari. Gli stessi che ora lo piangono, ricordando tanti momenti diversi condivisi. Se ne è andato Roberto a 59 anni e lo ha fatto scegliendo un mese molto caro alla sua intera famiglia, quello che la Città dedica a Sant’Antonio: mancherà un portatore quando la processione tornerà a percorrere le nostre vie, uno che l’amore per Rieti, nonostante tutto, lo conservava intatto.

Da noi tutti un abbraccio alla sua famiglia, a  Marco e a tutti i suoi cari.

I funerali si svolgeranno lunedì 7 giugno alle ore 15.30 nella chiesa di Sant’Agostino.

04_06_21

condividi su: