Ottobre 2022

PERSONE & PERSONAGGI

CASO CIPRIANI, QUARTO GRADO "C'E' UN INDAGATO"

cronaca, storie

Ci sarebbe una svolta nel giallo di Silvia Cipriani, l'ex postina scomparsa, il cui corpo è stato ritrovato giorni fa  in un bosco in località Scrocco di Montenero,  il 28 settembre, dopo che non se ne avevano notizie da due mesi. Durante la trasmissione in onda su Rete 4 'Quarto Grado' condotta da Gianluigi Nuzzi, è stata confermata una notizia dell'ultima ora: ci sarebbe un iscritto nel registro degli indagati, il cui nome è Valerio Cipriani, nipote della donna. Abbastanza singolare il fatto che Valerio Cipriani sia indagato per omicidio e allo stesso tempo indicato quale persona offesa, in qualità di congiunto: saranno gli accertamenti a dover rivelare ogni aspetto. L'avvocato dell'uomo, Luca Conti, dichiara che il suo assistito è estremamente tranquillo, è completamente estraneo alla sparizione della donna, quale che sia la causa della scomparsa, e non ci sarebbe alcuna sparizione di denaro che giustifichi il possibile movente economico: la morte della donna sarebbe  probabilmente  dovuta ad un incidente (sempre che i risultati provenienti dall'esame dei resti confermino si tratti di ossa umana e del corpo della vittima). Il giallo è quindi ancora solo agli inizi. Nella trasmissione i timori e le preoccupazioni di questo ultimo periodo di vita dell'ex postina sono stati messi in relazione alle conseguenze scaturite dal procedimento penale nei suoi confronti quale responsabile, accidentalmente, dell'incendio che nel luglio del 2021 investì la frazione di Morini e per il quale sono state anche utilizzate dagli autori di Mediaset le foto della nostra redazione, scattate all'epoca da Michele D'Alessandro.
Il vasto incendio  interessò vegetazione arbustiva e zone boscate nell’area compresa tra le montagne di Cerchiara, Villa Sant’Elia e Morini. La donna venne denunciata all’autorità giudiziaria e sottoposta a procedimento penale il cui esito avrebbe comportato una sanzione pecuniaria piuttosto elevata. Il passato della settantasettenne viene esaminato sotto ogni aspetto, così come la vendita di un fienile per la somma di 10mila euro, somma di cui non sarebbe rimasta traccia. Altri interrogativi riguardano la ripresa da parte di una telecamera della macchina di Silvia il 29 luglio alle ore 23 in direzione di quel bosco dove è stata poi ritrovata: chi la guidava? E se era la donna, dove si sarebbe nascosta sino ad allora? L'inviata della trasmissione dopo aver interpellato fuori dai microfoni gli abitanti di Cerchiara, parla di un casolare nei pressi del luogo di ritrovamento, si sarebbe fidata di qualcuno che ha approfittato della sua buona fede? Nessuno parla ufficialmente, per questo forse don Valerio Shango ha sentito la necessità di scuotere le coscienze dei nostri concittadini, esortandoli a collaborare.

07_10_22

condividi su: