Aprile 2022

SALUTE

ANDREA SEBASTIANI “ANCORA UNA VOLTA LA ASL COSTRETTA A FARE MARCIA INDIETRO RISPETTO AD UN CONCORSO PUBBLICO: GESTIONE ‘MACCHERONICA’.”

politica, salute, sanità

Una ordinanza del Consiglio di Stato obbliga il TAR ad intervenire con urgenza sulla procedura selettiva per l’assunzione a tempo indeterminato di sei dirigenti psicologi

"Dopo il caso del concorso per Assistente Tecnico per Ufficio Stampa revocato dopo le proteste della quasi totalità dei partecipanti e l’intervento dell’Associazione Stampa Romana una nuova brutta pagina per la sanità reatina - commenta Andrea Sebastiani (lista 'Moderati per Rieti') - ancora una volta autorità superiori costringono la ASL a fare marcia indietro rispetto ad un concorso pubblico in cui le prove di selezione risultano diverse da quelle dichiarate nel bando. Il Consiglio di Stato ha ravvisato il fumus boni iuris rispetto alla richiesta di sospensiva avanzata da parte dei ricorrenti circa il concorso per sei dirigenti psicologi. Il concorso prevedeva alcune prove che si sono rivelate diverse rispetto a quelle con cui i partecipanti sono stati chiamati a confrontarsi, proprio come accaduto per la selezione di un Assistente Tecnico per Ufficio Stampa. Ci troviamo a confrontarci con una gestione “maccheronica” da parte della direttrice generale. Quello che stupisce i reatini e dovrebbe stupire l’intera classe politica che su questo dovrebbe trovarsi unita, è che ciò avvenga nel silenzio, che nessuno prenda provvedimenti, e che soprattutto la Regione Lazio, che di questa direttrice generale è lo sponsor politico, non ravvisi in questa gestione le carenze amministrative, ma soprattutto quelle organizzative che danneggiano i cittadini che avrebbero invece diritto ad un servizio sanitario efficiente”.

 29_04_22

29_04_22

condividi su: