Aprile 2021

#ORGOGLIO REATINO

ANDREA SALINI E MATTEO BIANCHI IN “NOMINATION” AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI SAN PIETROBURGO (RUSSIA)

musica

Il chitarrista rock Andrea Salini ed il regista Matteo Bianchi sono tra i candidati al premio per il miglior video musicale del Festival Internazionale del Cinema "White Nights International Festival”  di San Pietroburgo in Russia. La nomination ufficiale di Roses in un Festival Internazionale del Cinema, tra decine e decine di video provenienti da ogni parte del Mondo, sottoposti a selezione, rappresenta un grandissimo attestato di qualità per l’ultimo lavoro discografico del chitarrista-cantautore della Provincia di Rieti. 

La candidatura al premio come migliore video musicale, è  inoltre, la definitiva consacrazione anche in campo internazionale, del talento e la bravura del Filmmaker della Provincia di Roma, Matteo Bianchi, che ne ha curato l’intera produzione.

Del suo quarto album 'Roses' Andrea dice "Roses–> Rose: la parola evoca colori, odori e nella mia mente ecco materializzarsi… le donne, questo universo meraviglioso, affascinante ed insondabile. Non mi sono mai posto il problema di capirle, a partire dalle mie piccole compagne di scuola e poi man mano alle varie figure femminili con le quali crescevo e mi confrontavo. Ne sono sempre stato attratto, un’attrazione incondizionata, spirituale e fisica. Soprattutto le Rose più belle, forti, decise e le immaginavo come piccole leonesse già alle elementari, libere di fare il bello ed il cattivo tempo. Avevo capito la cosa più importante: le Rose erano e sono più forti, sono loro che decidono, la natura le ha create più forti…capito questo, c’era solo da viverci insieme!
Sono consapevole della loro resilienza, della pazienza che hanno verso padri, fratelli, mariti, compagni, figli…riuscivo e riesco a captare dai piccoli dettagli o frasi fuori contesto, le loro storie, trascorsi, soluzioni ed assuefazioni.
È questo il coraggio… il coraggio delle Rose vive nell’attraversare.
Dedicare un album musicale non risolverà le infinite problematiche di tutte le Rose del mondo, ma sentivo il bisogno di dare il mio piccolo contributo sotto forma di canzone. Sono molti i flash che hanno generato il titolo di questo nuovo album. Anni fa, guardando un filmato di un concerto di Jimi Hendrix in Scandinavia, notai una rosa sulla paletta della sua stratocaster… la rosa diventa dunque messaggera, non solo di amore, ma di pace, fratellanza, un’immagine potentissima, evocativa ed invincibile; ma anche frasi di poesie, quadri, testi di canzoni, romanzi e non ultimo il libro di Serena Dandini “Il catalogo delle donne valorose”.
La mia filosofia verso le Donne risiede nella gentilezza e nel rispetto, perché sono la vita, sono loro la bellezza che salverà il mondo, la resistenza, il sogno, la rivolta, la musica, la strada,la notte, l’alba…ed io me ne prenderò sempre cura, come faccio con le Rose del mio giardino."

16_04_21

condividi su: