Marzo 2022

REAL SEBASTIANI

RSR: AL PALASOJOURNER DEMOLITA LA SUTOR PER 83 A 53

basket

Buona la sesta per la RSR, che dopo la sosta batte anche la Sutor Montegranaro col punteggio di 83-53 in un PalaSojourner che rinverdisce la rivalità storica tra le due formazioni. Un vero e proprio monologo amarantoceleste, con Federico Loschi miglior realizzatore (17 pt) e protagonista di un terzo quarto da applausi, ma con un lavoro di squadra magistrale che vale uno scarto di trenta punti, ma in gestione sin dall’inizio. Si torna in campo sabato prossimo contro la Luiss Roma.

LA CRONACA

Un primo quarto col piede spinto sull’acceleratore per la RSR che mette in mostra il capitano Klaudio Ndoja autore di due triple e mezza, per otto punti personali “arrotondati” dal lavoro sotto canestro di Marco Maganza e Marco Contento. C’è subito gloria anche per Omar Dieng, un’azione da tre punti (canestro e fallo) che produce il 19-14. Canestri importanti per “annullare” la vena realizzativa di Masciarelli (9 pt in 10′), l’unico a sorreggere l’azione offensiva di Montegranaro. La frazione si chiude con la bomba sulla sirena di Piccin, per un 24-16 che segna il massimo vantaggio RSR.
La seconda frazione è illuminata dalle giocate di Alessandro Piazza, che per ben due volte mette Okiljevic nelle condizioni di eludere la zona di Montegranaro e allungare fino al 30-20. Ancora Oki protagonista di una transizione conclusa con una penetrazione vincente (32-20), poi una serie di errori dalla lunga distanza che non permettono alla RSR di scappare definitivamente. Si va al riposo lungo, comunque, sul 39-30.
Montanari-Ndoja è il botta e risposta sottocanestro con cui si apre il secondo tempo (41-32) e dopo lo 0/5 dei primi 20′ dalla lunga distanza, si sblocca pure Loschi: bomba e +12 (44-32). Attacco sì, ma anche difesa e le percentuali realizzative di Montegranaro precipitano e la RSR arriva sul 50-32. Un paio di palle rubate, poi, consentono agli ospiti di rifarsi sotto, ma la tripla di Contento spegne subito gli entusiasmi marchigiani (53-36). È ‘ventello’ a 2’00” dalla fine con una bomba di Loschi dal piazzale del palazzetto e per la replica basta solo attendere, oltre a un appoggio facile dopo una ripartenza innescata da Stanic (60-38). Ma il “pistolero” è incontenibile, ne mette un’altra e ne sfiora una incredibile a fil di sirena: 63-40.
Con un parziale aperto di 9-0 la RSR imprime un’ulteriore accelerata alla gara e l’ultima frazione dopo 4′ è un continuo crescendo, con il 69-40 che porta a referto tutti i giocatori reatini scesi in campo. A Piccin l’onore di realizzare il 71-40 e il finale è pura accademia, con le azioni gestite sui 24″, rotazioni ampie e tanti giovani in campo e Montegranaro alla ricerca di qualche canestro utile per rendere meno pesante il passivo. Finisce 83-53.

Il tabellino del match:

RIETI-MONTEGRANARO 83-53 (parziali: 24-16; 15-14; 24-10; 20-13)
RSR: Stanic 7, Contento 14, Ndoja 12, Loschi 17, Maganza 6, Piazza 2, Piccin 10, Dieng 7, Okiljevic 8, Ogiemwonji, Ghersetti n.e., Tchintcharauli n.e.. All.: Finelli.
MONTEGRANARO: Masciarelli 15, Korsunov 3, Montanari 18, Re 3, Crespi 12, Malloni, Ambrogi , Barbante, Verdecchia 2, Mariani, Botteghi. All.: Cagnazzo.
ARBITRI: Cirinei e Melai di Pisa.
NOTE: spettatori 600 circa.

condividi su: