Maggio 2019

SALUTE

'WOMEN'S DAY" UN PERCORSO ULTERIORE DI UMANIZZAZIONE DELLE CURE. LA TESTIMONIANZA DI UNA PAZIENTE

salute, solidarietà

Il 20 maggio si è svolto all’Ospedale de Lellis, perseguendo l’intento di umanizzare sempre più il percorso G.I.C.O.  per il carcinoma, Gruppo Interdisciplinare Cure Oncologiche, il ‘Women’s Day’ un’iniziativa dedicata alla cura della persona malata, anche dal punto di vista sociale e psicologico.

Un “percorso benessere” all’interno del quale erano presenti una Nutrizionista, che ha relazionato su “I falsi miti” sull’alimentazione per le pazienti in trattamento. Un’Estetista ed una Parrucchiera, hanno spiegato i ‘trucchi’ del mestiere alle pazienti per mantenere la propria bellezza sempre e soprattutto durante le fasi di cura e una fisioterapista, che ha fornito informazioni sulla mobilizzazione nella fase post chirurgica spiegando i vantaggi dell’attività fisica durante e dopo la terapia.

“Grazie alla dott.sa Roberta Pace dell’unita’ di Oncologia Medica, all’Alcli, a tutti coloro   che sono intervenuti – commenta una paziente - un incontro per far sapere e ribadire che grazie a “loro” in questo “percorso” non siamo sole. Abbiamo trascorso un pomeriggio presso gli ambulatori del G.I:C.O. (gruppo interdisciplinare cure oncologiche) allestiti per l’occasione durante il quale, non perdendo la loro professionalità: medici e collaboratori hanno dimostrato una volta in più la grande umanità con cui operano.

Partendo dalla nutrizionista, dott.sa Cherubini, che ci ha edotte sulla migliore dieta da seguire, Annalisa Stefanini, della farmacia Maraini, che ci ha mostrato i “trucchi” per presentarci sempre al meglio, le parrucchiere del “Progetto Alessandra” che accolgono con amore quando perdendo i capelli si va a scegliere, presso la casa di accoglienza dell’Alcli, la parrucca e ieri hanno spiegato come trattarli quando “finalmente”  iniziano a ricrescere e poi Lidia Desideri, la fisioterapista dedita al trattamento dei linfedemi ai quali spesso andiamo incontro e che ci aiuta ad alleviare i dolori con la sua ginnastica dolce e a scegliere i movimenti giusti per tornare ad essere “funzionali”.

Una bellissima iniziativa, una fortuna per chi purtroppo si trova a dover “combattere”.

Un  grazie a tutti i volontari dell'Alcli, a tutti gli operatori di quei reparti i cui nomi fanno paura solo a sentirli pronunciare, senologia, chirurgia, oncologia, radioterapia e dove invece ho incontrato solo angeli.

Un grazie al GICO, a Lorella Vecchi, a Mariagrazia Boscardini che ti prendono a braccetto all’inizio e ti guidano in questo percorso.

Un grazie all’Alcli, l’Alcli donna e il Progetto Alessandra che davvero mettono cuore ed anima per alleviare le nostre pene.

E di nuovo grazie alla dott.sa Roberta Pace promotrice di questa straordinaria iniziativa“

condividi su: