Gennaio 2019

EVENTI E MANIFESTAZIONI

"VOLA CON LA TESTA", TORNANO GLI EVENTI PER IL CINQUANTENARIO DELL'ARTISTICO

scuola

Dal 1968 la scuola artistica di Rieti ne ha fatta di strada.
Con il vecchio ordinamento si chiamava Istituto d’arte con tanti laboratori; dal 2010 è diventato Liceo Artistico grazie alla riforma che ha dato una curvatura diversa alla scuola per potenziare una notevole preparazione nelle discipline umanistiche, artistiche, progettuali, e non solo professionalizzanti. In Italia esistono 454 Licei artistici, nel Lazio sono 36, e nella rete web, sull’enciclopedia digitale Wikipedia, c’è anche la voce dedicata alla storia di questa istituzione nata in Italia nel lontano 1923. Quello di Rieti, che nel 2018 ha compiuto mezzo secolo, è stato fondato dall’artista Arduino Angelucci, reatino e allievo di Antonino Calcagnadoro, quel Maestro d’arte dei primi del XX secolo a cui la scuola è stata dedicata diventando riconoscibile come “il Calcagnadoro” tout – court.

Per celebrare il Cinquantenario, il Liceo Artistico Calcagnadoro di Rieti ha organizzato un programma di ben 9 incontri.
Questo il calendario degli eventi di gennaio, di rilevante spessore culturale completamente gratuiti ed aperti a tutti.

Martedì 15 gennaio ore 16.30, da non perdere la tavola rotonda con quattro esperti dell'Arte e del linguaggio del docufilm, della divulgazione digitale dell'arte e dell'arte immersiva. Per la prima volta si confronteranno a Rieti: lo storico e critico d'arte Claudio Strinati, tra i più famosi conoscitori dell'arte del Cinquecento Romano e di Caravaggio, autore di Dies Lunae, un coraggioso esperimento di dialoghi d'arte sul web; suo figlio Federico Strinati, fondatore dell’impresa culturale “Dialogues. Raccontare l’arte”; l’altro suo figlio Tommaso Strinati, giovanissimo storico dell'arte medievista e docente universitario, sceneggiatore del recente docufilm Michelangelo infinito; infine il reatino Massimiliano Siccardi, videoartista, fotografo e regista di teatro-danza, autore di mostre di successo di arte immersiva in Europa, tra cui Klimt a Vienna e Chagall a Milano. Si parlerà  di artisti, arte e stordimento sensoriale, di opere d'arte come merce e come divulgazione di massa, di crescita della sensibilità artistica, di futuro lavoro per i giovani nel campo digitale, dal web al cinema.

Giovedì 17 gennaio ore 15, un evento davvero appassionante per conoscere dal di dentro i segreti dei grandi capolavori: la Scultura in bronzo. Come nasce una fusione a cera persa. L'evento vede protagonista il noto scultore reatino Bernardino Morsani che dialogherà  con il docente Luigi Verzilli svelando i misteri e la bellezza di una tecnica antichissima, difficile e costosa. In contemporanea Open day, Indirizzi Porte aperte e lezioni dei ragazzi.

Venerdì 25 gennaio ore 19, il terzo e ultimo evento riguarda il magico mondo del teatro. Alle ore 19 Pièce del Laboratorio Teatrale Calcagnadoro (a cura del docente Sabrina Bartolomei) con la collaborazione del Teatro Gruppo Jobel, scenografie del docente Franco Guercilena. Lo spettacolo teatrale rispecchia un adattamento del lavoro scenico “Una nave per Leucò” liberamente tratto dal libro di Cesare Pavese. Dalle ore 20 Open day, Indirizzi Porte aperte, buffet e musica. 

condividi su: