Dicembre 2020

EVENTI E MANIFESTAZIONI

VALLE DEL PRIMO PRESEPE, INAUGURATA LA NUOVA OPERA MONUMENTALE DEL MAESTRO ARTESE

valledelprimopresepe

Alla presenza dei soli rappresentanti della stampa, per evitare assembramenti, e poi delle istituzioni, si è svolta l’inaugurazione della nuova opera del Maestro Artese per ‘La Valle del Primo Presepe 2020-‘21”. L’opera monumentale, altro eccezionale tassello dopo Greccio e Poggio Bustone, rappresenta gli ultimi due santuari francescani di Fonte Colombo e La Foresta.  In primo piano, sulla destra,  la cauterizzazione subita da Francesco , malato agli occhi ed ormai quasi cieco, circondato dai frati sconvolti dinanzi a quel braciere in cui il medico arroventa il ferro. Ma frate focu, ascoltando la preghiera del Poverello sarà clemente nei suoi confronti. Sulla sinistra la scena della stesura della Regola tra la cappella della Maddalena e la roccia dello Speco.  Sullo sfondo, il miracolo dell’uva avvenuto a La Foresta, dopo il passaggio dei seguaci di Francesco che del raccolto avevano fatto razzia. Francesco chiede al prete proprietario della vigna di aver fiducia, di non disperare, di raccogliere ciò che resta e pigiarlo nella grande vasca (ancora presente). La produzione sarà più abbondante degli anni precedenti. Ancora una volta il progetto La Valle del Primo Presepe, promosso da Diocesi di Rieti, in collaborazione con i Comuni di Greccio e Rieti, i Frati Minori Francescani della Provincia di San Bonaventura, il sostegno della Fondazione Varrone, la Regione Lazio e la partecipazione dell’Associazione Italiana Amici de Presepio, consegna per queste festività un’imponente testimonianza della gioia della fede. Sarà possibile visitare nei prossimi giorni, sotto gli archi del Palazzo Papale di Rieti, i tre presepi monumentali con ingressi scaglionati, in gruppi di 15 persone.

 

 

16_12_20

condividi su: