Giugno 2019

SPORT

UNIVERSIADE ESTIVA NAPOLI 2019: PRESENTAZIONE GARA FINALE SALTO CON L’ASTA FEMMINILE

atletica

(di Franco Pica) Superato con relativa facilità il barrage delle qualificazioni, ora per Roberta Bruni è tempo di concentrarsi sulla finale in programma l’11 pomeriggio, alle 17,40, allo stadio S.Paolo. L’accesso diretto alla finale sarebbe stato garantito dalla misura di m 4,35 non realizzata da nessuna delle concorrenti. Quindi per conoscere lo schieramento delle finaliste si è dovuto attendere il completamento delle serie di salti da parte delle 25 atlete che componevano i 2 gruppi. Alla fine era necessario comunque rientrare nelle prime 12 che si affronteranno per entrare in zona medaglie. Misure dai 4,10 ai 3,90 hanno definito una griglia che vede impegnate astiste capaci di prestazioni nettamente superiori. Dalla stessa Bruni che vanta un personale di 4,60 e che quest’anno si è riportata sui 4,40 a testimonianza di un percorso in crescita. All’altra italiana finalista Sonia Malavisi, sua rivale di sempre, con un personale di 4.51, che in indoor 2019 può vantare una prestazione stagionale di m 4,50. Ma l’attenzione va anche alla brasiliana Juliana Campos che si presenta con un personale di 4.56. In qualifica la Campos ha passato in prima posizione il turno con 4.10 in un gruppo dove la stessa misura è stata realizzata da altre 3 atlete, Malavisi compresa che ha fatto solo un salto, penalizzate però da salti nulli e acquisendo quindi posizioni a scalare. Percorso netto per Roberta Bruni, inserita nel gruppo B, che sicura dei propri mezzi ed a classifica già definita del gruppo A, è entrata in gara direttamente sui 4,10 superandoli agevolmente al primo tentativo ed ha atteso il termine della selezione evitando sforzi ulteriori ed infortuni sempre in agguato. Sicuramente in finale vedremo ben altre prestazioni con l’augurio che Roberta Brunisi presentitranquilla e consapevole delle proprie possibilità. Questo lo schieramento delle concorrenti: Juliana Campos (BRA), Roberta Bruni (ITA), Sonia Malavisi (ITA), Imogen Ayris (NZL), Lea Bachman (SUI), Mallaury Sauterau (FRA), Buse Arikazan (TUR), Olivia McTaggart (NZL), Charlotte Gaudy (FRA), Rachel Marie Baxter (USA), Bridget Anionette Guy (USA), Rachel Wolfs (CAN). Per completezza di cronaca ricordiamo che il record delle universiadi è di m 4,70 realizzato dalla russa Tatyana Polnova a Daegu il 27 agosto del 2003. Mentre il record del mondo assoluto appartiene all’altra atleta russa Elena Isinbaeva che a Zurigo il 28 agosto del 2009 superò l’asticella a m 5,06.

condividi su: