Giugno 2020

TEATRO

TEATRO, GRUPPO SANNA "VICENDA È SEGNALE DECADIMENTO DI QUESTA CITTÀ"

politica
"La vicenda del Teatro Flavio Vespasiano è l'ennesimo segnale del decadimento di questa Città- scrive il gruppo Genitori Filippo Sanna - 
Il simbolo di una cultura nei tempi passati viva e splendente, spegne le luci e viene “sigillato” dalle autorità per inadempienze del Comune. Il Teatro non è solo il luogo dove la cultura si esprime nelle sue forme più alte ma è anche luogo attorno al quale si sviluppa la socialità e la crescita di una comunità. Crescita culturale e di conoscenza che si riverbera poi nei comportamenti e nelle scelte della vita economica e sociale. Alla stregua delle scuole di questa Città, che sono state abbandonate a loro stesse delegando all'Ufficio Regionale per la Ricostruzione il compito di mettere mano a progetti e lavori di adeguamento sismico che tardano ad arrivare senza che il Comune se ne curi. Ancora una volta siamo qui a denunciare la totale assenza delle Istituzioni locali rispetto alla preoccupazione che oggi più che mai, in presenza anche della Pandemia, ha bisogno di decisioni e prese di posizione autorevoli, competenti ed orientate al bene comune. Da quattro anni cerchiamo di sollecitare le Amministrazioni affinché si occupino delle scuole reatine che sappiamo essere totalmente inadeguate a svolgere il loro ruolo dal punto di vista della sicurezza sismica ancor prima che della sicurezza Covid. Ci stupisce anche la velocità con la quale la Procura si è mossa nella vicenda Teatro e la sua assoluta inerzia sulla vicenda scuole che meriterebbero i sigilli immediati per quanto sono fuori legge.
Ci auguriamo che, spinta da un moto di orgoglio, questa maggioranza possa mettere rimedio a questa gravissima lacuna. Diversamente, forse, è il caso che ammaini bandiera  e dia il passo a chi ha davvero a cuore le sorti di questa Città e si proponga con una ricetta di sviluppo credibile da perseguire con passione e lungimiranza".
                                                                                                               
condividi su: