Aprile 2019

SUCCESSO DEL CONVEGNO "SEMI E FRUTTI ANTICHI" NUMEROSI GLI STAKEHOLDERS ARRIVATI DA ALTRE REGIONI

formazione

Si è svolto a Rieti l’11 aprile presso l’Aula Magna del Polo Universitario, con un ottimo successo di pubblico, il Convegno Semi e frutti antichi organizzato da European Consumers e Sabina Universitas di Rieti con il patrocinio di ARSIAL, ISPRA, ISDE, Università della Tuscia, Regione Lazio e Comune di Rieti.

Un particolare ringraziamento dagli organizzatori va a tutti i relatori che per la maggior parte hanno accettato di partecipare a titolo completamente gratuito e i moderatori Dott. Federico Vessella (Università della Tuscia) e Avv. Vittorio Marinelli (viepresidente di European Consumers) .

Gli interventi, di altissimo livello etico e scientifico, hanno posto l’accento sulla ricchezza in agro-biodiversità della Regione Lazio, sul forte impegno dei ricercatori per un agricoltura sostenibile, sulla partecipazione alla salvaguardia dell’antico germoplasma dei numerosi agricoltori “custodi” e la necessità di sostenerli nei loro percorsi anche produttivi, sulla efficacia della sinergia tra Enti di Ricerca, ma anche sugli effetti dei tagli ai finanziamenti alla scienza.

Tra i partecipanti Riccardo Marini, del Movimento Verde, Vincenzo Stabile, già generale del Corpo Forestale dello Stato, la giornalista Giovanna Canzano.

"Segnaliamo la mancata presenza delle autorità comunali di Rieti, nonostante l’importanza dell’evento, e nonostante avessero assicurato almeno la partecipazione alla parte introduttiva dei lavori, con particolare riferimento ai doverosi saluti delle autorità.

Sono intervenuti numerosi stakeholder, alcuni dei quali anche da altre regioni, che hanno animato in modo costruttivo il dibattito.

In particolare ci preme evidenziare l’intervento di Atucà rappresentante indio Guaranì, uno dei più antichi popoli indigeni che da tempi immemorabili abitano la zona tra Paraguay, Brasile e Argentina che ha evidenziato la tragedia anche ecologica che ha travolto il suo popolo attribuendola alla mancanza di “amore” per la Natura e i propri simili sacrificati sull’altare del più bieco profitto.  Atucà è costantemente impegnato nella testimonianza del genocidio del suo popolo, portando un messaggio di pace e fratellanza in scuole e Università, in circoli Unesco, associazioni e mantenendo vivi temi tragici poco conosciuti in occidente."

Alla fine del Convegno è stata consegnata una Targa a Pietro Perrino per il riconoscimento della sua prestigiosa carriera e dell’impegno per la salvaguardia dell’agrobiodiversità agricola italiana.

L’evento ha aumentato le sinergie tra Enti, Associazioni e Stakeholder. European Consumers si impegna a favorire la diffusione delle informazioni sulle iniziative a favore della tutela del germoplasma nazionale e, anche con la partecipazione dei propri consulenti, progetti di riqualificazione ambientale e agricola che abbiano come perno i contenuti espressi durante il convegno.

Gli interventi sono stati pubblicati su Al link seguente potete vedere gli interventi: https://www.facebook.com/378780822210371/videos/2354116931495646/UzpfSTE1NDczOTYxNDI6MTAyMTgzNDE4MT

condividi su: