Agosto 2020

STRAGE DI BOLOGNA, ANPI "PERCHÈ IL GOVERNO AUTORIZZA MANIFESTAZIONI DEI RESPONSABILI ?"

giustizia

Scrive l'ANPI "Quaranta anni dopo, torniamo a ricordare le vittime innocenti, della bomba di matrice fascista fatta esplodere alla stazione di Bologna il 2 agosto 1980.
Commemorare questa giornata,  una pagina indelebile per la memoria collettiva di tutti, significa anche, in un momento così difficile, rinnovare il nostro impegno contro ogni terrorismo, perché democrazia e libertà sono nel nostro dna e nel fondamento della nostra Costituzione.

Ai familiari delle vittime e a tutti coloro che da quel tragico evento sono stati segnati continuiamo ad esprimere la vicinanza, a loro dobbiamo la ricerca estenuante della verità.

Facciamo però fatica , e per questo siamo indignati fortemente, a capire come  mentre il Presidente della Repubblica rende omaggio alle vittime e porta parole di solidarietà ai parenti delle stesse, il Ministero dell'interno autorizza, manifestazioni su tutto il territorio nazionale, dove i  promotori sono alcuni autori della strage, (condannati in via definitiva, a partire da Ciavardini terrorista dei NAR) alle luce anche del fatto che  oggi ulteriori indagini hanno appurato che a finanziare i NAR per l'attentano fu l'incallito Golpista fascista Licio GELLI capo della P2".

condividi su: