Ottobre 2019

SE QUALCUNO TI TENDE LA MANO

Salvati la Vita!

prevenzione

(di S.S) Molti di voi avranno ricevuto una lettera in questi giorni. Non è una qualunque, ha l’intestazione della Asl e la firma anche il tuo medico di base. E’ una di quelle informazioni che può cambiarti la vita, se non la cestini o la ignori come fosse un semplice volantino pubblicitario. Riporta parole come ‘screening’, ‘prevenzione’, ‘tumore’ e ti offre la possibilità di fare quello per cui non abbiamo mai tempo: pensare a noi stessi, alla nostra salute, gratuitamente. Prendiamo ad esempio lo screening per il tumore al seno: in questo anno, fino ad oggi, sono state spedite  12 mila lettere, ma  solo la metà (!) delle donne, che ha trovato in posta l’invito a recarsi in ospedale per effettuare una mammografia, ha risposto. Di queste 5123, 1269 hanno avuto bisogno di un approfondimento per fugare ogni dubbio mentre  il controllo è stato risolutivo e fondamentale con una diagnosi precoce per le 60 sottoposte ad intervento chirurgico. Quanto dovranno queste ultime esser grate al destino per aver offerto loro una possibilità nel momento giusto? E cosa sarebbe accaduto se anche loro avessero dimenticato quel foglio in fondo al cassetto?

La scelte delle nostre vite sono spesso basate su coincidenze e segnali a cui badare, la salute non si sottrae a queste regole. Quest’anno la novità è rappresentata dalla provetta che troverete inserita nelle lettere d’invito per la prevenzione dei tumori del colon retto: sarà importante leggere le istruzioni utilizzarla nel modo più corretto e rispedirla al Reparto Gatroenterologia oppure consegnarla alla Farmacia del Comune di residenza. La ricerca del sangue occulto nelle feci ogni due anni dopo i 50 può consentire di individuare polipi sanguinanti nell’intestino e asportarli prima che diventino tumori. Per questo occorre non sottovalutare questo ‘Ottobre Rosa’ in cui l’azione di prevenzione svolta durante l’intero anno verrà potenziata con 3 percorsi di prevenzione gratuiti alle persone comprese nelle seguenti fasce d’età: donne 25-64 anni per la prevenzione del tumore del collo dell’utero; donne 50-69 (volontario fino a 74 anni) anni per la prevenzione del tumore della mammella; donne e uomini 50-74 anni per la prevenzione del tumore del colon retto.
Occorrono alleanze per far sì che il numero di adesioni lieviti: la sopravvivenza al tumore è data dalle nuove terapie,  dalle scoperte farmacologiche ma soprattutto da una diagnosi precoce, risultata fondamentale nel 45% dei casi! Per questo la Asl di Rieti, in collaborazione con Alcli e Lilt, le due associazioni di volontariato in prima linea nella lotta al tumore, hanno dato vita ad un programma di Eventi in grado di sensibilizzare il maggior numero di cittadini sull’importanza della prevenzione, diffondendo informazioni sugli stili di vita, sani e corretti da adottare, sui controlli diagnostici necessari da eseguire, sui servizi aziendali a cui possono accedere, donne e uomini, ogni giorno presso le sedi aziendali.  Cantalupo, Poggio Mirteto, Magliano S., Fara in Sabina, Pescorocchiano, Fiamignano, Petrella Salto, S. Elpidio, Leonessa, Cittaducale, Antrodoco, Amatrice, Accumoli, Montorio in Valle, P. S Lorenzo, Colle di Tora, P. Bustone e Rieti, sono solo alcuni dei comuni della provincia coinvolti dalla campagna di prevenzione. Organizzato dalla Lilt il 16 ottobre si terrà il Convegno scientifico, presso la sede comunale di Rieti, dal titolo “Inizia subito a proteggerti dal cancro al seno”. Il tutto è partito con la ‘Camminata per la Vita’, la Grande Festa della prevenzione, progetto di screening dell'ALCLI Giorgio e Silvia che in collaborazione con l'ASL di Rieti sostiene la campagna patrocinata dall'azienda sanitaria reatina e dalla Regione Lazio. Durante la giornata sono stati prenotati numerosissimi esami grazie alla disponibilità e alla professionalità di molti operatori sanitari e volontari. Dalle 9 alle 13 di ogni giorno ora sarà a disposizione un numero verde 800.64.69.99 a cui rivolgersi per gli screening oncologici, nelle altre ore sarà in funzione un servizio di messaggistica a cui poter lasciare i propri dati per poi essere richiamati.

La maggior parte delle persone di fronte a qualsiasi disturbo pensa subito ad una malattia importante, fortunatamente non è sempre così... ma sono ancora pochi coloro i quali si sottopongono a visite ed esami periodici. Possiamo fare di più! Ditelo ai vostri cari, oltre  ricordarlo a voi stessi.

 

 

 

condividi su:
ZINGARETTI 'SINDACI SFALCIATE L'ERBA'
prevenzione, protezione civile
CAMPAGNA ANTINCENDIO BOSCHIVO
prevenzione, protezione civile