Marzo 2020

SALUTE

"SE L'EMERGENZA CONTINUA L'ACCESSO ALLA TERAPIA INTENSIVA NON SARÀ PER TUTTI"

sanità

Coronavirus. “Se l’emergenza continua costretti a selezionare l’accesso alla terapia intensiva per età e in base alla maggiore speranza di vita”

Questo in sintesi il documento contenente le 15 raccomandazioni elaborate dalla Società Italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva per la quale siamo sostanzialmente in una situazione paragonabile a quella della 'medicina delle catastrofi'. A scriverlo è la Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva (Siaarti) in un documento diffuso oggi dal titolo: “Raccomandazioni di etica clinica per l’ammissione a trattamenti intensivi e per la loro sospensione, in condizioni eccezionali di squilibrio tra necessità e risorse disponibili”. Parole che da sole dovrebbero far rabbrividire e spingere tutti ad un comportamento più responsabile: non si scherza più. Lo diciamo a quanti ancora sembrano voltarsi dall'altra parte, ignorando le regole e le prescrizioni, a quelli che continuano a vivere una vita 'normale' dimenticando come la sconsideratezza di uno possa avere effetti letali su persone fragili o con particolari patologie. Quindi un invito forte: chi non ha bisogno impellente di uscire non lo faccia nei prossimi giorni, ci invitano a diffondere questo invito i nostri medici, quelli in perenne contatto con i colleghi sotto pressione, quelli che descrivono situazioni drammatiche. 

07_03_20

condividi su: