Giugno 2020

SBLOCCATI I CANTIERI DI MICIGLIANO E CONSEGNATI I LAVORI DI RISANAMENTO PAVIMENTAZIONE

viabilità

Anas (Gruppo FS Italiane) ha riavviato i lavori di adeguamento del tratto bivio Micigliano (km. 113,200) e l’inizio della galleria Gole del Velino (km. 117,000) sulla strada statale 4 “Via Salaria”, in provincia di Rieti.

I lavori, riguardano il completamento di un tratto di quasi 4 km con l’allargamento della sede stradale dagli attuali 6 metri a 10,5 metri, l’eliminazione delle tortuosità del tracciato tramite la realizzazione di due gallerie, la protezione della sede stradale dal rischio di caduta massi, tramite la messa in sicurezza del versante roccioso e la realizzazione del nuovo svincolo di Micigliano.

Il completamento dell’opera è previsto entro la fine 2020. 

Sempre in data odierna Anas ha consegnato i lavori di manutenzione programmata sulle strade statali 4 "Via Salaria" e 79 "Ternana" per un importo complessivo di 14 milioni di euro.

In particolare, la consegna riguarda i lavori di risanamento profondo della pavimentazione sulla Salaria nel tratto compreso tra il chilometro 12,100 (Passo Corese (RM)) e il chilometro 144,960 (confine con la Regione Marche) per un investimento di 5,2 milioni di euro. Gli interventi avranno una durata complessiva di 140 giorni.  

Sono stati inoltre consegnati i lavori di manutenzione straordinaria per le gallerie “S. Pietro” al km 107,600, "Sigillo” al km 107,300 e "S. Rufina” al km 113,800 sulla SS4 Salaria.

Gli interventi riguarderanno sia il risanamento idraulico del rivestimento delle gallerie e sia il ripristino strutturale per un importo di 2,7 milioni di euro e dureranno 365 giorni. 

Analogamente, da lunedì 15 giugno saranno consegnati i lavori anche per la statale 79 “Ternana” su tutto il tratto di competenza Anas (dall’innesto con la SS4 a Rieti fino al confine con la regione Umbria) per un importo di 6,1 milioni di euro. La durata prevista è di 90 giorni. 

 

I lavori consistono nella completa rimozione della vecchia pavimentazione, nel consolidamento degli strati profondi e nel rifacimento ex novo della sovrastruttura stradale, compresa la sistemazione idraulica della piattaforma e il rifacimento della segnaletica orizzontale. 

L’entità consistente degli investimenti previsti e dei lavori da eseguire garantirà ulteriormente un sensibile miglioramento del livello di servizio e delle condizioni di sicurezza dell’infrastruttura, rendendo necessario un calendario di cantieri molto denso per realizzare gli interventi in tempi celeri. 

Tra settembre e dicembre 2020 è prevista una nuova consegna dei lavori per un importo di circa 4,250 milioni di euro 

condividi su: