Agosto 2019

SALARIA, OO.SS. "PAROLE NON PIÙ SUFFICIENTI. OGNUNO ASSUMA LE PROPRIE RESPONSABILITÀ"

politica

Sul tema dei finanziamenti per la Salaria e sulle diverse dichiarazioni politiche dei giorni precedenti, prendono posizione le organizzazioni sindacali per bocca dei loro rappresentanti: Rinaldi per Cgil Rieti Roma E.V.A., Bianchetti per Cisl Roma Capitale e Rieti e Paolucci per Uil Rieti e Sabina.
"Siamo davvero molto lieti che autorevoli personalità come l’On Lorenzoni e l’On Trancassini e persino il Ministro Toninelli siano  intervenuti sul tema dei lavori della Salaria dopo la presa di posizione di CGIL CISL e UIL sulle decisioni del CIPE del 24 luglio scorso in cui sui finanziamenti per la Salaria sicuramente non c'è chiarezza.
Ora al di là di ogni tentativo di giustificazione per gli intollerabili ritardi, CGIL CISL e UIL ritengono la situazione sia davvero ad un punto limite e ci fa piacere che l’On. Trancassini riprenda una posizione che CGIL CISL e UIL hanno espresso da tempo” Senza una Salaria sicura la ricostruzione non riparte". 
Le OO.SS. ritengono, tuttavia, che a questo punto denunce, lamentele (sacrosante) impegni, più o meno mantenibili, a futura memoria non sono più sufficienti. A settembre CGIL CISL e UIL si propongono di assumere iniziative per richiamare tutti, dal Governo fino ai Sindaci, alle Associazioni e alle imprese, alle loro responsabilità. 
Non è più tempo di proclami o promesse ed in generale tutte le esternazioni dei vari parlamentari di ogni collocazione partitica espressione del territorio reatino degli ultimi anni. I cittadini e i lavoratori hanno il bisogno e il diritto che si passi ai fatti.
Non c’è più tempo da perdere." 

condividi su: