Aprile 2017

EVENTI E MANIFESTAZIONI

RIETI SPORT FESTIVAL 2017

La seconda edizione sarà più grande dell'esordio

sport

Squadra che vince non si cambia, casomai se ne aumentano le potenzialità, la caratura.

Questo sta già avvenendo in questi giorni, a tre mesi dall'evento, per Rieti Sport Festival, la fortunata intuizione del corsaro Sergio Battisti e dell'amico Luca Rivani che, con la complicità di Stefano Meloccaro, hanno condotto in porto una delle iniziative più seguite ed apprezzate della scorsa estate reatina.

I dati parlano chiaro ed in modo inequivocabile: migliaia di reatini si sono riversati nell'area del "Coriandolo", il parco di viale Fassini a Madonna del Cuore, nel corso delle infreddolite serate dello scorso anno. Nello spot d'apertura della presentazione della prossima edizione, che si svolgerà nella decina di Giugno dal 9 al 18, non mancava neanche un sport: dalla scherma al basket, dalla boxe al free climbing, dal pattinaggio alla danza, per passare dall'atletica al calcio, dalla pallavolo al ciclismo, all'auto e motociclismo e via via tutti gli altri, più o meno popolari. Grazie alla disponibilità di Ettore De Michele, quest'anno avremo, in più, l'area sub con una gigantesca vasca di 7 metri (per 2,20 di profondità e 2,5 di larghezza) per immersioni e dimostrazioni live con tanto di telecamere interne per proiettare su grande schermo quel che accadrà in acqua. E' stata inoltre presentata l'iniziativa "A braccio di ferro col sisma...vinciamo noi!" un sfida che vedrà, chiunque, cimentarsi in prove di forza e abilità "devolvendo" due euro a gara; il finalista se la dovrà poi vedere con un "grande" personaggio (che sia il rugbista, già presente l'estate scorsa a Rieti, Martin Castrogiovanni...? Oppure il giornalista Giampiero Galeazzi, annunciato ma mai arrivato l'anno scorso al "Coriandolo"?) in conclusine della manifestazione. Ovviamente il ricavato verrà interamente consegnato alla popolazione terremotata di Amatrice ed Accumoli. Un bel paio di enormi scarpe da basket, ha fatto sfoggio di se', sotto teca, sul tavolo della presentazione di Palazzo Dosi: si tratta delle bianche Nike griffate Kobe Bryant, regalo che l'asso di basket americano (figlio dell'indimenticabile Joe) ha voluto mettere in palio, per una speciale gara di tiri al canestro, ad una città in cui si è innamorato dello sport che lo ha consacrato tra i più forti di sempre al mondo e che lo ha visto muovere i primi passi su un parquet.

Ai piedi del grande manifesto ufficiale in sala, c'era una splendida bici da corsa bianca. A testimonianza di quale e quanto amore il nostro territorio nutra per questo sport già da questi giorni gli iscritti alla gara inserita in programma per Giugno sono addirittura 500, praticamente a tre mesi dalla partenza è un record senza precedenti.

Stefano Meloccaro, nella sua veste di direttore artistico di "Rieti Sport Festival", malgrado i suoi tanti impegni, si sta dando da fare per convincere i suoi amici del mondo dello sport e dello spettacolo a venire a Rieti, così accadde nella prima edizione con Neri Marcorè, Giovanni Malagò, Paolo Bonolis, Bebe Vio, Gianni Rivera; in promessa ci sarebbero tre grandi personaggi e vorremmo augurarci che uno di loro possa essere quel Fiorello, suo padrone di casa nell'... edicola di Sky.

Le parole del vescovo Mons. Pompili hanno sottolineato l'importanza della comunione di questa idea con la gente colpita dal sisma e di quanto valore possa avere lo sport nella vita in generale ed in particolare per quella della nostra popolazione: "l'evento del 4 ottobre allo stadio - ha sottolineato - ne è stato un esempio evidente". Parole di assoluta riconoscenza agli organizzatori sono state rivolte anche da parte del consigliere regionale Daniele Mitolo e del sindaco Petrangeli, mentre l'assessore allo sport, Di Fazio ha tenuto a precisare che questa manifestazione vuole essere una grande festa per lo sport reatino e per tutti i cittadini che la vorranno identificare come un punto di arrivo, di aggregazione, di sintesi tra le varie discipline che si sono impegnate e distinte nel corso della stagione intera.

 Maurizio Festuccia

condividi su: