Febbraio 2021

PERSONE & PERSONAGGI

RIETI HA SALUTATO IL SENATORE FRANCO MARINI

Reatino d’adozione

storie

La città ha partecipato con grande cordoglio alla scomparsa del senatore Franco Marini. “Reatino di adozione fin da bambino, lascia una rete di amicizie e di sinceri estimatori nella nostra Città da dove ebbe inizio il suo straordinario cursus honorum” ha scritto il sindaco Cicchetti, ed infatti ognuno ha voluto recuperare un frammento di ricordo del passato condiviso “Con Franco Marini iniziammo il percorso sin da ragazzi nell’Azione Cattolica, lui tra gli Scout nella Parrocchia di Madonna del Cuore io nell’A.C. “Aquile d’Argento” in quella di San Francesco di don Lino de Sanctis – racconta Antonio Cipolloni - Poi Franco grande allievo di Alberto Alunni, si distinse nella CISL giungendo a guidarla da Segretario Generale per molti anni quale componente della Triplice: Lama-Mini-Benvenuto fino a quando, lasciato il sindacato fu eletto Senatore fino a divenire Presidente di Palazzo Madama, sfiorando l’incarico di Presidente della Repubblica. Nativo della provincia dell’Aquila, reatino di adozione, il Gran Sasso ed il Terminillo lo videro spesso insieme ai soci del CAI delle due province. Lo ricordo Ufficiale degli Alpini ai Raduni onorandomi della sua Presenza quando ebbi l’onore di organizzare il Giuramento a Rieti (1988) della Reclute del Battaglione l’Aquila della Divisione Julia; lo ricordo nelle innumerevoli presenze ai Raduni Annuali del CAI di Rieti con i cari amici Lamberto Brucchietti, Sergio Tomassoni. Diletti, i fratelli Baistrocchi ed i fratelli Rinaldi.” Gli fa eco l’avvocato Gianfranco Paris “Nel 1954 la CISL di Rieti, nata da poco, mandò ad un campo scuola in campeggio ad Ortisei nel mese di agosto tre giovani da selezionare come quadri sindacali: Franco Marini allora a fine liceo, Gianfranco Paris, a fine Ginnasio e Mimmo De Acutis. Io fui costretto a rientrare per malattia. Franco fu poi inviato alla CISL di Latina per una prima esperienza e Mimmo De Acutis rimase a Rieti ad organizzare il locale patronato della CISL”. “L’addio a Franco Marini è un addio riconoscente per le tante battaglie da Lui combattute al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori in anni difficili per il nostro Paese. Personalmente non finirò mai di ringraziarlo per la vicinanza alla Fiba Cisl di Rieti, finalizzata a garantire il percorso di avvicinamento della Banca Popolare di Rieti verso l’allora Credito Italiano – ricorda Fabrizio Tomassoni - Un grazie che riflette anche il suo essere stato ex alunno del glorioso Liceo Classico “M.T.Varrone” di Rieti, non dimenticando la Sua partecipazione e il Suo sostegno alle edizioni del “Certamen Varronianum”. Lo salutiamo per l’ultima volta, lui montanaro d’Abruzzo ma reatino acquisito: che riposi in pace”.

da Format gen/feb 2021

condividi su: