Ottobre 2019

TERREMOTO

RICOSTRUZIONE, SODDISFAZIONE DI EMILI PER L'INCONTRO CON LA DIRETTRICE DELL'UFFICIO SPECIALE

amministrazione

Grande partecipazione, ieri, nella sala consiliare del Comune di Rieti per l’incontro voluto dall’Amministrazione comunale, in particolare dall’assessore ai lavori pubblici e all’urbanistica Antonio Emili, per fare il punto della situazione sul processo di ricostruzione post-sisma. All’incontro ha preso parte la Direttrice dell’Ufficio Speciale della Ricostruzione del Lazio, ing. Wanda D’Ercole.
“Esprimiamo piena soddisfazione per l’esito dell’incontro – commenta l’assessore Antonio Emili - L’adesione in buon numero dei rappresentanti degli Ordini Professionali e delle categorie produttive mobilitate dal processo della Ricostruzione, attesta il successo dell’iniziativa voluta dall’Amministrazione comunale, al fine di stimolare la cooperazione tra professionisti, imprese ed Istituzioni e di ottenere in tal modo un aumento delle domande e dei progetti da presentare in vista della concessione del pubblico finanziamento per l’esecuzione degli interventi di adeguamento degli immobili lesionati dal sisma. Nel corso dell’evento le parti hanno evidenziato le problematiche che ad oggi frenano il sistema della Ricostruzione, condividendo l’auspicio che l’annunciato intervento normativo del Governo introduca finalmente le misure e le procedure di carattere speciale delle quali si avverte la necessità per fare fronte alle esigenze di natura eccezionale dettate dal terremoto. La  semplificazione delle domande da presentare ai fini della concessione del decreto di finanziamento, lo snellimento delle procedure di valutazione e di definizione di tali istanze, come pure le deroghe da accordare agli organi deputati ad affidare la progettazione ed i lavori di adeguamento degli edifici pubblici colpiti dal sisma, a cominciare dalle scuole, designano, dunque, le proposte condivise da tutti gli attori della Ricostruzione post – sisma – conclude Antonio Emili - animati dalla volontà di fare della reazione al terremoto del 2016 e di altre misure di salvaguardia generale del nostro patrimonio edilizio, come il sisma bonus, l’occasione storica per riqualificare e per mettere in sicurezza l’intero territorio reatino”.

22_10_2019

condividi su: